XV edizione del Festival Pugliese per eccellenza: il Libro Possibile

«Il Libro Possibile, una manifestazione che negli anni è riuscita a portare la nostra Puglia alla ribalta nazionale»

libropossibileIl Libro Possibile non è solo un evento culturale di spessore che accomuna gente proveniente da svariati parti della Nazione; non è solamente un imperativo alla cultura, esaltata nella sua trasversalità; non è solo un escamotage, altamente innovativo, per diffondere le bellezze paesaggistiche ed enogastronomiche pugliesi; non può né deve essere soltanto un insieme asettico di incontri privi di raccordo tematico, altamente elitari e sprezzanti di chi non possiede lo status, conclamato ed ufficiale, dell’intellettuale. Il Libro Possibile è un modo per diffondere la conoscenza orizzontalmente più che verticalmente, grazie ad una filiera di iniziative brillanti. Un momento intenso di riflessione collettiva su temi che spaziano dalla politica all’attualità, dal passato al presente, dalla serietà al ludibrio. Una vera e propria rete di collaborazione, incontro, scambio, emancipazione e cambiamento. Il Libro Possibile è, principalmente, una straordinaria kermesse della durata di quattro giorni che da quindici anni a questa parte ospita migliaia di brulicanti spettatori in cinque fantastiche piazze del comune di Polignano a Mare. Ad intervalli di 30 o 45 minuti, autori, scrittori, intellettuali si alternano sulla scena per dialogare insieme intorno ad un pubblico numeroso e sempre attento. La forza del Festival, giunto quest’anno alla sua XV edizione,  è la forza della parola che costruisce, crea, organizza una comunità ideale, una sorta di politeia, in cui ogni spettatore  può essere anche un interlocutore privilegiato di un cammino di costruzione delle idee. Non bisogna dimenticare che questa ingente manifestazione, ubicata in uno dei Paesi più splendidi e magici che la Puglia possa offrire, è anche e soprattutto una straordinaria architettura del pensiero, capace di rendere le idee collettive  un teatro di uno scambio polifonico. E’ in questo che diventa “possibile” cogliere l’epifania di una prospettiva di crescita culturale della collettività, una possibilità di rilancio dei nostri territori, un nutrimento necessario da cui ogni civitas non dovrebbe prescindere per alimentare un futuro innervato sulla consapevolezza profonda dell’essere cittadino. Tra gli obbiettivi salienti che caratterizzano il Festival vi è la  destagionalizzazione del turismo, legato alla frequentazione dei luoghi del nostro territorio,« perché la Puglia diventi sempre più una meta turistica appetibile in ogni stagione» come  racconta il presidente dell’associazione culturale Artes Gianluca Loliva.

Il Sindaco di Polignano a Mare Domenico Vitto, durante la conferenza stampa tenutesi al Barion di Bari il giorno 27 giugno 2016, afferma con furore: «Il Libro Possibile è come un buon vino: più invecchia e più migliora». L’attesa comune è, infatti, che questa nuova edizione superi in valore le precedenti, pur sorprendenti.  Tra i protagonisti di quest’anno, infatti, spiccano nomi da urlo: Marco Travaglio, Enrico Mentana, Luciano Canfora, Serge Latouche, Al Bano, Vittorio Sgarbi, Cristiano De Andrè e tanti altri. L’incontro con queste suggestive personalità avverrà nelle quattro serate dal 6 al 9 luglio, con eventi gratuiti a partire dalle 19:30 in un contesto magico.

Francesca Rotondo

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: