Visite guidate al Quirinale. Dal 23 Giugno

quirinale21Come aveva annunciato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al momento del suo insediamento, il Quirinale apre le sue porte al pubblico in modo continuativo. Dal 23 giugno, tutti i giorni eccetto il lunedì e il giovedì, dalle ore 9.30 alle ore 16, la “Casa degli Italiani” sarà accessibile a chiunque volesse conoscerne la storia e le preziose opere d’arte che esso conserva, rimanendo chiuso esclusivamente per il mese di Agosto, le celebrazioni di Natale e per la Festa della Repubblica. Le visite guidate, che saranno condotte da personale volontario della Sapienza – Università di Roma e del Touring Club italiano, prevedono l’obbligo della prenotazione e quello di presentarsi all’ingresso 30 minuti prima dell’inizio per i controlli e il deposito bagagli, muniti di documento d’identità. Sono inoltre previsti due tipi di percorsi, uno più breve (gratuito + 1,50 euro di prenotazione) ed uno più lungo (10 euro con la possibilità di numerose riduzioni per minorenni, over 65, docenti e studenti di arte e architettura): il primo percorso (della durata di un’ora e mezzo) si svolgerà su tutto il piano nobile del Palazzo, quindi includendo lo scalone d’Onore, il salone delle Feste, la sala degli Specchi, la sala degli Arazzi, la sala delle Fabbriche di Paolo V, la sala dello Zodiaco, la sala delle Api, la sala delle Dame, la sala della Vittoria, la sala della Pace, la sala della Musica, la biblioteca del Piffetti (non interamente), la loggia d’Onore, la sala del Bronzino, la sala degli Arazzi di Lille, il Salottino Napoleonico (solo affaccio), lo studio del Presidente, il Passaggetto di Urbano VIII, la sala degli Scrigni, la sala degli Ambasciatori, la sala di Augusto, la sala Gialla, il salottino San Giovanni, la sala del Balcone, la sala dei Bussolanti, la sala delle Logge, la sala del Diluvio, la sala delle Virtù, la Prima Sala di rappresentanza, il salone dei Corazzieri, la sala delle Stagioni e la Galleria dei Busti; il secondo percorso (della durata di due ore e mezzo) include anche la visita alla Vasella (la collezione di porcellane da tavola del Quirinale), ai Giardini e allo storico museo delle Carrozze.

palazzo-del-quirinale-sala-giallaSul colle che prendeva il nome dal tempio di Quirino (III secolo a.C.), il Palazzo diventa residenza papale nell’ultimo decennio del Cinquecento, fino all’occupazione francese di Roma (1809), quando Napoleone lo sceglie per sé una volta deportato papa Pio VII; nuovamente sede pontificia fino a papa Pio IX, nel 1870 il Quirinale sarà la dimora per la famiglia reale dei Savoia e dal 1946 la sede della Presidenza della Repubblica. Nel corso dei secoli e dei passaggi di proprietà il Palazzo subisce diversi rimaneggiamenti improntati al gusto vigente, le tracce dei quali sono ancora oggi visibili negli spazi presidenziali. Arredi, quadri, affreschi, arazzi, sculture e via dicendo, riferibili ad epoche e gusti diversi, raccontano la storia di quello che è stato fin dall’antichità, ed è ancora oggi, considerato un luogo di potere, residenza di papi e imperatori, re e politici, ma soprattutto la “Casa degli Italiani”, come la definì l’ex presidente Carlo Azeglio Ciampi.

Claudia Pruner

palazzo-del-quirinale-sala-dei-corazzieriVisite guidate al Quirinale dal 23 Giugno 2015
Tutti i giorni (tranne i lunedì e giovedì), dalle ore 9.30 alle ore 16 (presentazione all’ingresso 30 minuti prima per deposito bagagli e controllo dei documenti)
Prenotazione obbligatoria (almeno 5 giorni prima): tel. 06 39967557 o consultare il sito www.quirinale.it o tramite INFOPOINT (dalle ore 9 del 16 giugno)
Percorso breve: gratuito + 1.50 euro (per la prenotazione obbligatoria)
Percorso lungo: 10 euro (comprensivo di prenotazione)
Gratuità: alunni e insegnanti delle scuole che organizzano le visite; per chi non abbia compiuto il 18° anno di età; per gli studenti e i docenti delle facoltà di Architettura, Conservazione dei Beni Culturali, Scienze della Formazione e dei Corsi di Laurea in Lettere o materie letterarie, con indirizzo archeologico o storico-artistico, delle Facoltà di Lettere e Filosofia e delle Accademie di Belle Arti, previa esibizione del certificato di iscrizione all’Anno Accademico in corso; per i diversamente abili e i loro accompagnatori.
Riduzione al costo di 5 euro: visitatori di età compresa fra i 18 e i 25 anni e superiore ai 65 anni; insegnanti delle scuole statali.

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: