VIDEO: Catanzaro, III Convegno Regionale Ecumenico sul tema “L’incontro e il dialogo, della carità e della verità, tra cattolici e ortodossi nella vita quotidiana”

1653777_509415412568980_4790680280353171485_nSabato, 24 Ottobre 2015, alle ore 16, a Catanzaro presso il Pontificio Seminario Teologico “San Pio X”, si svolto il III Convegno Regionale Ecumenico (il primo si è tenuto nel 2013 a Rende e il secondo nel 2014 nella Diocesi di Lamezia Terme). sul tema “L’incontro e il dialogo, della carità e della verità, tra cattolici e ortodossi, nella vita quotidiana”, organizzato dalla Conferenza Episcopale Calabra, Commissione per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso.
Un’occasione di importante riflessione ecumenica nel cammino verso l’unità dei cristiani. Il convegno regionale è iniziato con i saluti di S.E. Mons. Vincenzo Bertolone, Arcivescovo Metropolita di Catanzaro – Squillace e Presidente della Conferenza Episcopale Calabra e introdotto da S.E. Mons. Donato Oliverio, Vescovo di Lungro degli Italo Albanesi dell’Italia Continentale e Presidente della Commissione per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso della Conferenza Episcopale Calabra. A relazionare sono stati per la Chiesa ortodossa, il prof. Elpidophoros Lambriniadis, Metropolita di Bursa, Igumeno del Monastero Patriarcale e Stavropigiaco Santa Trinità di Chalki e per la Chiesa cattolica il prof. Riccardo Burigana, Direttore del Centro Studi per l’Ecumenismo di Venezia. I lavori sono stati diretti dall’ecumenista Virgilio Avato.
12039522_509427005901154_7763756188472308459_nSua Eminenza il Metropolita Elpidhophoros è figura di grande importanza nel Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli e giunge in Calabria con la benedizione di Sua Santità il Patriarca Bartolomeo.
Papa Francesco, nella visita resa al Patriarca Bartolomeo, in occasione della festa di Sant’Andrea apostolo, il 30 novembre 2014, si è così espresso: «Incontrarci, guardare il volto l’uno dell’altro, scambiare l’abbraccio di pace, pregare l’uno per l’altro sono dimensioni essenziali di quel cammino verso il ristabilimento della piena comunione alla quale tendiamo».
È significativo che la Chiesa calabrese sia in armonia e si muova in tal senso, grazie alla presenza dell’Eparchia di Lungro, che le permette un pieno respiro a due polmoni tra la chiesa d’oriente e la chiesa d’occidente e muova i passi verso la speranza di una possibile unità visibile dei cristiani a compimento della parola del Signore Gesù Cristo: «…che siano uno!».

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: