Vaticano: per la prima volta un mendicante sepolto nel camposanto teutonico

mendicantePer la prima volta un povero è stato seppellito in Vaticano. Si chiama Willy Herteleer, fiammingo, che viveva di carità a Borgo Pio e andava due volte al giorno a Messa a Sant’Anna. È morto il 12 dicembre, ora giace accanto a nobili e cavalieri.

Come comunicato da Il Messaggero e avvalorato da padre Ciro Benedettini, vicedirettore della Sala Stampa vaticana, Willy è stato sepolto nel cimitero germanico, dietro la basilica di San Pietro, il più antico cimitero teutonico dove sono seppelliti nobili di nazionalità austriaca, sudtirolese, svizzero-tedesca, liechtensteinesi, lussemburghese, fiamminghe e olandesi.

Le esequie sono state celebrate il 9 gennaio da mons. Amerigo Ciani e da tutti i canonici di san Pietro. A terra, vicino alla bara erano stati posti due ritratti d’autore come effige, tra ornamenti di incenso e ghirlande di fiori freschi.

La sepoltura è avvenuta poco dopo nel camposanto tedesco, nato originariamente per accogliere i pellegrini poveri giunti dal nord Europa prima ancora che i nobili, i cavalieri e i benefattori della Chiesa. Con Willy il cimitero è tornato alla propria iniziale finalità.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: