Valentina Castaldini sulla singolarità del matrimonio tra uomo e donna

Valentina CastaldiniLa registrazione di matrimoni omosessuali annotati all’estero nei registri comunali è tornata d’attualità quando il ministro dell’Interno Alfano ha diffuso una circolare a tutti i Prefetti con la disposizione di cancellare, in mancanza di una legge dello Stato, ogni annotazione di tal genere. Il primo epicentro di disaccordo nei confronti di questa discutibile opzione da parte di pochi primi cittadini si ebbe a Bologna verso la fine del mese di luglio quando il sindaco Virginio Merola proclamò che avrebbe riportato le nozze omosessuali sui registri comunali.
La consigliera comunale di Nuovo Centrodestra, Valentina Castaldini, del capoluogo emiliano, prese carta e penna e inviò una denuncia al ministero dell’Interno, al Prefetto e allo stesso amministratore della città di Bologna.
“Ho semplicemente fatto il mio mestiere”, afferma adesso la Castaldini, “ho rilevato fin da subito una cosa che avrebbe capito anche mio figlio di dieci anni: ossia che l’atto del sindaco Merola era illegittimo e nullo, si stava prendendo una competenza che non gli spetta poiché non esiste una legge dello Stato sulle nozze omosessuali”.
Dopo lunghe settimane di mutismo, durante le quali altri sindaci hanno imitato l’esempio del loro collega di Bologna, finalmente la Castaldini riceve un’autorevole seppur indiretta risposta alla sua istanza da parte del Prefetto di Bologna, il quale ha imposto a Merola la revoca dell’ordinanza con cui si provvede alle annotazioni di siffatte unioni matrimoniali.
Il primo cittadino di Bologna sembra voler tirar dritto per la sua strada, chiudendosi dietro un magniloquente “Io disobbedisco”. “Il sindaco Merola – considera la Castaldini – ancora non ha capito che la circolare del ministro Alfano è diretta al prefetto, non a lui”.
Del resto, è il Prefetto in quanto punto di riferimento dello Stato ha l’obbligo su ordine del Viminale di controllare la presenza di atti comunali illegali e, nel qual caso, agire per renderli inefficaci.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: