Un bicchiere di vino al giorno? Miti sfatati a Londra

vinosNon è vero che il vino rosso fa bene alla salute e può ridurre il rischio di cancro o altre patologie.

Ad affermarlo è l’ematologa e responsabile della salute pubblica inglese, Sally Davies convinta che non esista un livello di consumo sicuro di alcol.

Al contrario infatti, anche piccole quantità possono aumentare il rischio di contrarre qualche tumore alla gola, al fegato o al colon, infezioni varie, infiammazioni al pancreas, disfunzioni erettili e infertilità.

Secondo la ricerca in questione, avviata nel 2012, non si dovrebbero superare le 14 unità di alcol a settimana.  E questo vale anche per gli uomini che, dal 1987, nel Regno Unito, erano convinti di poter eccedere fino alle 21 unità.  Per unità s’intende 10 ml di alcol puro o meno di mezzo bicchiere di vino o mezza pinta di birra.

Inoltre, che si tratti di uomini o donne, è sempre consigliato astenersi dal bere per almeno due giorni a settimana così da permettere al fegato di rigenerarsi. In aggiunta si suggerisce di bere lentamente alternando la bevanda alcolica con molti bicchieri d’acqua e pietanze varie.

La dott.ssa, tacciata di puritanesimo dai leader dello Ukip, in un recente intervento per il programma BBC Radio 4, ha inoltre sottolineato che, ogni anno, ad oltre 20.000 inglesi è diagnosticato il cancro, causato da un consumo regolare di alcol. Ha anche aggiunto che, ogni 1000 donne astemie, 109 sviluppano il cancro al seno, mentre il numero cresce a 153 se sono prese in esame le donne che bevono tra le 14 e 35 unità a settimana. Invece, ogni 1000 uomini astemi 64 sviluppano il cancro all’intestino, con un aumento a 85 considerati i bevitori regolari di 14-35 unità a settimana.

Per non arrivare all’antica leggenda del bicchiere di vino che fa bene al cuore. È vero, infatti, che il vino rosso contiene antiossidanti che rallentano l’invecchiamento e dilatano i vasi sanguigni, ma i dati dimostrano che la presunta protezione fornita si riscontra quasi esclusivamente nelle over 55 che bevono massimo 2 bicchieri di vino a settimana. E i ricercatori della Sheffield University ammettono anche la possibilità che i benefici rilevati siano in realtà legati a stili di vita in generale migliori e più salutari.

In conclusione, meglio bere una tazza di thé in più, o di caffè, se si vuol restare fedeli alle nostre abitudini italiane, e consumare vino solo nelle occasioni speciali!

Giulia Cataneo

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: