Torneo ASC di calcio femminile “Stop Violence Against Woman”

stopviolenceIl Comitato Regionale ASC Puglia organizza la prima edizione  della manifestazione sportiva “ Torneo ASC di Calcio Femminile “Stop Violence Against Woman” che si terrà a Bari il giorno 27 Giugno 2014 presso il Centro Sportivo Di Cagno Abbrescia.
L’iniziativa sportiva è stata ideata e progettata dal Comitato Regionale ASC Puglia in collaborazione con il Comitato Provinciale ASC Bari, con il patrocinio del Ministero dell’Interno e delle Politiche Sociali, del Comune di Bari, , dell’Assessorato allo Sport  e di Confcommercio .
Con il “ Torneo ASC di Calcio Femminile “Stop Violence Against Woman “ ci si appresta a vivere un ulteriore momento sportivo, dedicato questa volta alle donne del territorio che si sfideranno in questo sport di connotazione prevalentemente maschile, al fine di lanciare un messaggio sociale e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica contro una delle piaghe sociali del momento :il femminicidio.
Obiettivo del progetto è realizzare la diffusione del calcio femminile sul territorio, diffondendone i valori positivi, affinché possa veicolare un importante messaggio sociale di lotta contro ogni forma di violenza ed in particolare contro la violenza sulle donne.
Il Calcio Femminile si pone come strumento idoneo a sconfiggere il silenzio attorno ad una problematica sociale che interessa milioni di donne vittime di abusi e violenze.
Tale iniziativa sportiva mira a sensibilizzare l’opinione pubblica contro il silenzio che avvolge tale fenomeno sempre più diffuso, affinchè se ne possano comprendere le cause, diffondendo, non solo riguardo questo, ma anche riguardo ogni altro aspetto della vita quotidiana, una vera cultura della legalità. Lo sport può dare un forte aiuto in questo senso, con la sua carica e attrattiva mediatica e grazie al seguito che sviluppa. Le protagoniste saranno le donne, sia giovani atlete del calcio femminile che semplici sportive a livello amatoriale, le quali si faranno portatrici del messaggio “NO AL FEMMINICIDIO”. Dunque è  innegabile l’enorme valore  che rappresenta tale evento sportivo ai fini della lotta al femminicidio.
Trattasi di evento sportivo rivolto a giovani atlete del territorio pugliese, di età compresa tra i 14 e i 40 anni, che pratichino il calcio femminile a livello professionale che dilettantistico, indipendentemente dalla provenienza geografica, sociale ed etnica. Parteciperanno le atlete rappresentanti della Pink Bari, squadra di calcio femminile neolaureata in serie A , alcune giovani promesse della Primavera del calcio femminile ed alcune atleti internazionali, giunte in Italia per far parte di un importante progetto sportivo realizzato dal CONI.
L’Avv. Elena Cuccovillo, Presidente ASC Puglia, ha ricordato come sia importante combattere e sconfiggere la violenza domestica, grazie a occasioni di condivisione come quella rappresentata dal calcio femminile, come mezzo giocoso ideale per comunicare e promuovere questo messaggio di speranza. Lo sport infatti è un canale eccezionale per veicolarlo, capace di raggiungere i cittadini con questa immagine di “ dare un calcio alla violenza”. Alla cerimonia di premiazione preceduta dal lancio di un bouquet di palloncini rossi, colore simbolo della lotta al femminicidio, saranno presenti la rappresentante Confcommercio Bari -Bat delle giovani donne imprenditrici e il Presidente Provinciale ASC Bari .
Ogni comunicazione relativa all’evento, e nel particolare le foto e le classifiche delle squadre vincenti saranno pubblicate sulla pagina Facebook al link ASC REGIONALE PUGLIA (facebook.com/ascpuglia) e sul sito www.ascpuglia.it.

Il Comitato Regionale ASC Puglia
Il Presidente
Avv. Elena Cuccovillo

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: