Test Medicina 2015: L’Expo entra nel test

expo

L’Esposizione Universale, ancora principale obbiettivo dei riflettori turistici, economici e culturali approda anche nel test di Medicina di quest’anno: una delle domande di cultura generale chiedeva proprio la sede di organizzazione dell’Esposizione nel 1900,tenutasi a Parigi.

Il test di Medicina 2015 ha assistito non solo ad un ulteriore taglio di posti riservati a tanti aspiranti medici ((da 64.197 dello scorso anno agli attuali 60.639), ma anche ad un calo di iscritti, demoralizzati dagli avvenimenti degli ultimi anni e dalla competizione sempre più spietata. Si tratta di un dato che molto ha fatto discutere nel corso delle ultime settimane e che viaggia insieme al fatto che le iscrizioni al test di Professioni Sanitarie 2015, invece, non sembrano affatto risentire del calo. Stando ai numeri pubblicati dal Segretario della Conferenza Nazionale Corsi Laurea Professioni Sanitarie Angelo Mastrillo su Il Sole 24 Ore Sanità infatti: “La riduzione del trend sulle Professioni Sanitarie si è fermata, considerando che la maggiore perdita si è avuta lo scorso anno 2014 rispetto ai 102.000 dell’anno 2013, con un calo del -17%, e ancora prima sui 114.700 dell’anno 2012 con una variazione del -11 per cento.”

Il piano B sembra dunque più accessibile agli occhi delle nuove matricole,almeno per questo anno accademico, costretti a dover rinunciare a un grande sogno per un sistema errato, ambiguo e dispotico, sordo al grido ormai stanco degli studenti italiani.

Si tratterà, probabilmente, dell’ennesima “fuga di cervelli”.

Francesca Morga

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: