I “Terraross” a Torre a Mare (BA)

In occasione della festa di S. Nicola a Torre a Mare (BA), lunedì 7 agosto si è esibito, alle ore 21.30, in piazza del Porto, il gruppo musicale “Terraross”.
Il progetto musicale “Terraross” è volto alla riscoperta dei valori di una volta, in un’epoca ormai troppo presa dalla frenesia e poco dedita alla ricerca di un vero momento di svago e libertà. Tramite il ritmo del tamburello si ripercorrono le gesta dei nostri avi, quando si assaporavano le fatiche e le gioie del lavoro in campagna e si arrivava a fine giornata con il solo desiderio di vedere un volto caro e di scherzare in compagnia.
Il gruppo, originario di Palagianello (TA), è composto da vari ed abili musicisti: Dominique Antonacci alla voce, tamburello, percussioni, kick, cajon e snare; Giuseppe de Santo alla voce e chitarra; Anna Rita di Leo alla voce e tamburello; Stefano Pepe al bidonbasso; Vito Gentile alla fisarmonica; Carlo Porfido al violino e Antonio De Santo alla voce e tamburello.
La musica, con le sue inconfondibili melodie di pizziche, tarantelle e tamurriate, ha coinvolto il pubblico all’inizio timido e poi sempre più entusiasta dello spettacolo, a tal punto che spesso si è cimentato a ballare e a rispondere alle battute di Dominique Antonacci che si è mostrato un ottimo cabarettista. Il repertorio è stato molto variegato: da semplici pizziche e tarantelle composte da loro come “Tarantè” e “All’alì”, a rifacimenti di brani popolari come “Quant’è bello lu primm’ammore”, “O sarracino” e “Volare”. Il pubblico, coordinato dalle due ballerine del gruppo, si è particolarmente cimentato nelle danze: “Ze Vicienze”, un ballo a coppia a braccetto con scambio di coppie, e poi una specie di “sirtaki” greco, ballato lentamente in cerchio, ma intervallato da momenti in cui si va al centro e, con improvviso cambio di ritmo, ci si cimenta nella pizzica.
Una serata all’insegna della bellezza della musica e del suo potere di donare brevi e intensi momenti di spensieratezza, grazie all’armonia e alla simpatia del gruppo Terraross.

Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: