Siena, Blue Thunder in scena per la rassegna In-box dal vivo

Dal 10 al 16 giugno a Siena si svolge la rassegna di teatro In-box dal vivo, un progetto promosso dall’associazione di teatro “Straligut” in collaborazione con l’Università degli Studi di Siena, che nasce dall’idea di sostenere gli artisti emergenti dando loro lavoro con le repliche. Tramite due bandi annuali, In-box (teatro) e In-box verde (teatro per ragazzi) quest’anno sono state messe in palio 89 repliche e 12 spettacoli. I finalisti di questa selezione si esibiscono infine a In-box dal vivo, un festival di teatro contemporaneo che si svolge a Siena al teatro dei Rinnovati, al teatro dei Rozzi e al teatro del Costone. In questa occasione vengono elette due giurie popolari composte da studenti universitari guidati da professionals teatrali.

Tra gli spettacoli in gara, sabato 12 giugno, alle ore 11.35 è stato messo in scena Blue Thunder, opera teatrale di Padraic Walsh con la traduzione Maurizio Pepe e la regia di Mauro Lamanna, da una produzione di Divina Mania. In scena tre attori, Marco Cavalcoli nei panni del padre, Mauro Lamanna, il fratello minore, e Gianmarco Saurino, il fratello maggiore.   

Lo spettacolo è ambientato in una piccola città dell’Irlanda alle tre mattino. Brian, un tassista, non prende più altre corse perché il nightclub è chiuso fino al giorno dopo. Ad un tratto i suoi figli ubriachi si presentano chiedendo un passaggio a casa. Da questa richiesta si innesca un discorso animato tra i tre che li porta via via a scoprire dettagli importanti delle loro vite che non avevano mai saputo, pur essendo una famiglia. Tra le rivelazioni sconcertanti il padre scopre che il figlio minore (Mauro Lamanna) che abita ancora a casa con lui, ha avuto una relazione con una donna da cinque anni che è finita tragicamente, che l’altro figlio (Gianmarco Saurino) non è davvero felice del suo lavoro sebbene guadagni molto. I due figli invece scoprono che il padre si è separato dalla madre e vive ormai nel taxi come un senzatetto. Il progressivo disvelamento di situazioni critiche innesca molta rabbia tra i tre uomini, perché si rendono conto che non hanno capito nulla delle loro vite e non sono mai andati realmente a fondo nella loro relazione, pur vedendosi e sentendosi ogni giorno.  

Blue Thunder smaschera le falle di una famiglia della media borghesia irlandese, esaminando i concetti di virilità e di salute mentale, e mette in luce il dramma di cosa succede quando la vita non va secondo i piani, distruggendo amori agognati e progetti per il futuro. Lo spettacolo alterna momenti di drammaticità ad una spiccata comicità e ironia, soprattutto quando i due fratelli entrano in scena completamente ubriachi o quando consumano compulsivamente delle patatine comprate da un fast food.

Una rappresentazione ben riuscita grazie ad un’efficace interpretazione degli attori che hanno saputo ben rendere la situazione di crisi, con un ritmo che alterna momenti concitati che culminano in vere e proprie esplosioni di rabbia, a momenti più pacati e riflessivi.

Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: