Serena Brancale e Stefania Dipierro a Rutigliano

Un trio rosa per la nuova produzione concertitica dell’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari

Mercoledì 30 luglio, alle 21.00, in Piazza XX Settembre a Rutigliano
, l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari prosegue con una nuova produzione dal titolo «Live Broadway»: sul palco la bacchetta di Cettina Donato (che ha curato gli arrangiamenti di molti degli standard proposti) dirigerà le voci soliste di Serena Brancale e Stefania Dipierro. Dai grandi successi di Consuelo Velazquez a Henri Mancini, da Chico Buarque a Aretha Franklin, «Live Broadway» vi condurrà attraverso alcuni dei più grandi successi internazionali, spaziando tra tantissimi generi. Ingresso libero.
cettina-donato
Cettina Donato

Cettina Donato

Nata e cresciuta a Messina, si approccia alla musica all’età di 6 anni suonando la batteria. Ancora

bambina ha il privilegio di incontrare il Direttore del Conservatorio di Musica di Messina che, ascoltandola suonare, insiste affinché Cettina cominci a studiare musica. Si diploma in Pianoforte classico, Jazz, Didattica della Musica e studia Composizione classica. Si laurea in Psicologia Sociale all’Università degli Studi di Messina e dopo la Laurea consegue due Master in Didattica Speciale presso l’Ateneo peloritano.

Dotata di notevole versatilità musicale, ha sempre suonato non solo musica classica ma anche musica jazz e pop. Ha studiato e suonato con alcuni tra i didatti-jazzisti più importanti dell’area jazz, tra cui Salvatore Bonafede, Ray Santisi, Laszlo Gardony, Marc Rossi, Joanne Brackeen, Greg Hopkins, Jackson Schultz, Ken Pullig, Dick Lowell e molti altri. Oltre ad essere una performer è anche compositrice. Il suo primo album intitolato Pristine, pubblicato dalla

Wide Sound, ha avuto ottime recensioni da parte di alcune tra le più importanti riviste di jazz italiane e straniere, come Jazzit, Musica Jazz, Jazz Magazine, JazzTimes, Keep Swinging, JazzWise, Metronome, A Proposito Di Jazz, Boston Globe, Sound Contest e molte altre.

Nel 2008 ha frequentato le Clinics del Berklee College of Music di Boston al Festival di Umbria Jazz (Perugia). In occasione del festival di Umbria Jazz ha avuto anche il privilegio di incontrare la leggenda del jazz Herbie Hancock che è stato per lei una grande fonte di ispirazione. Dopo aver ascoltato le sue composizioni, Herbie Hancock le raccomanda vivamente di continuare a suonare e scrivere la sua musica. Dopo alcuni giorni al Berklee Clinics, ottiene una borsa di studio che le permette di andare a studiare al Berklee College di Boston (USA). Si laurea nel Dicembre 2011 in Jazz Composition, non dopo aver suonato in moltissimi concerti e dopo aver ricevuto diversi premi come performer e compositrice.

Ha suonato come performer, bandleader e direttore di Big Band per diverse organizzazioni musicali e jazz club negli Stati Uniti tra cui Boston, Cambridge, Los Angeles, Fort Lauderdale, New York City, Austin, Brooklyn come ad esempio al Berklee College, Regattabar Jazz Club, Istituto Italiano di Cultura di New York, Berklee Performance Center, Jordan Hall, Kendall Square, Lilypad Jazz Club, Ryles Jazz Club, Outpost 186, Eastern Standard, Boston School of Wine, Elephant Room Jazz Club, Boston Common, Spectacle Island, Somethin’ Jazz Club, Shape Shifter Lab. È stata premiata con il Carla Bley Award come miglior allieva di Jazz Composition del Berklee College of Music.

È un’artista del Jazz Revelation Record del Berklee College of Music, essendo stata selezionata con il suo quintetto composto da alcuni tra i più talentuosi studenti di Berklee per incidere il nuovo disco del Jazz Revelation Records intitolato Octave.

Cettina ha suonato con l’Orchestra Sinfonica del Berklee College e si è esibita alla Jordan Hall di Boston, tra le sale da concerto più importanti al mondo. È la pianista accompagnatrice del prestigiosissimo Boston Ballet di Boston, una tra le compagnie di balletto più prestigiose del mondo. È l’International President del Women In Jazz del South Florida, un’associazione che si occupa di promuovere musiciste e compositrici di tutto il mondo. Dal 2010 è la pianista

accompagnatrice del Berklee College al Festival di Umbria Jazz per le classi di canto delle cantanti Donna McElroy e Anne Peckham, chair, quest’ultima, del Voice Department del Berklee College.

Cettina ha suonato per diversi jazz festival come Umbria Jazz Festival (2010-2011-2012-2013), SXSW (Austin, Texas), JazzIt Festival, Sounds Of Italy Festival (con il patrocinio del Consolato Italiano di Boston), Messina Sea Jazz Festival, Nettuno Suona Jazz Festival, Piazza Jazz Festival, Non Solo Jazz Festival, Berklee In The City, Berklee Summer, Note D’Estate Festival, Mantova Music Festival, Radio Vaticana, Women In Jazz, Festival Europeo della Musica. È stata finalista al concorso Note Di Donna (Piacenza Jazz Festival) e si è piazzata seconda al Luca Flores Award (come miglior jazzista italiano emergente).

È stata ospite di diversi show televisivi e trasmissioni radio in Italia e negli Stati Uniti. Ha arrangiato molti progetti per diverse compagnie americane e italiane. Il secondo album di Cettina Donato intitolato Crescendo, registrato con un’orchestra jazz e un quartetto di archi e che comprende composizioni originali composte ed arrangiate da lei è stato pubblicato nel Gennaio 2013, edito dalla Jazzy Record Label (Distr. EGEA). Nello stesso mese è stato pubblicato il disco WOMEN IN JAZZ Vol. III edito dal Women In Jazz South Florida (USA), che include una serie di composizioni di compositrici donne tra cui un suo brano. Tutti i dischi sono disponibili nei negozi di dischi, online e sul sito ufficiale www.cettinadonato.com.

 

Serena Brancale

serena brancaleNasce a Bari il 4 maggio 1989 in una famiglia di musicisti. Studia pianoforte e parallelamente intraprende lo studio del violino. Nel 2002  interpreta, con Luigi Locascio e Sergio Rubini, la pellicola di Alessandro Piva Mio Cognato. A 16 anni incomincia la sua collaborazione con Radiobari nel ruolo di voce ufficiale. Intraprende, contestualmente, lo studio di canto jazz e pianoforte presso la scuola “Il Pentagramma”. Nel corso della sua formazione collabora come solista nell’ensemble vocale “Palazzo Incantato”, “FunkySnack”, “MarchioBossa”, nei due dischi CameraSoul, anche come autrice di testi. Contemporaneamente agli studi di canto jazz al Conservatorio di Bari, sotto la guida della docente Gianna Montecalvo, è impegnata nel suo  progetto cantautorale che porta in giro in Italia. Co-autrice di alcuni brani contenuti nel nuovo disco Acustronica di Mimmo Campanale, primo in classifica in “ITunes Jazz”, è inoltre voce del tributo ad Amy Winehouse con la Jazz Studio Orchestra. Numerose le presenze in manifestazioni di alta risonanza mediatica nelle quali è richiesta: Locus Winter Festival nel 2012, “Trani a Go Go”, “I Coratini nel mondo”, apertura a Bari del concerto di Niccolò Fabi, nel progetto “Bduet” con la cantautrice Carolina Bubbico, Teatro Norba a Conversano, “Beato a chi ti Puglia” di Savino Zaba a Bitonto, è ospite con Fiorella Mannoia per l’edizione 2014 della Festa dell’Uva, protagonista di “Sing for Giulio”, concerto organizzato dal Cus Bari e dall’Aido (Associazione Italiana Donatori Organi), è ospite d ‘onore e madrina del contest musicale “Treni a vapore” nel 2014 Modugno.

Interviene inoltre al “Centenario Murattiano” (celebrazioni organizzate dal Comune di Bari), “St Martin Jazz Festival”, “Negramaro Wine Festival” di Brindisi, Teatro Mercadante di Altamura, “Camera con Vista” (Camera di Commercio di Bari), Teatro Curci di Barletta per AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati di Trani), “Ladisa Jazz au Dehors”, Poliorama Festival (edizioni 2012  2013 – 2014), “Bari Hi End” (XXII edizione), Jazz al Cinema (Edizione 2013), Winter Festival di Recanati, Teatro Curci di Barletta (spettacolo di musica/teatro con la partecipazione di Michele Placido), “Girogola” (Ostuni), Teatro Comunale di Corato, Teatro Abeliano di Bari, Tour di maggio “Bravo Cafè” di Bologna, “Alexander Platz” di Roma, Perugia e Campobasso, “Festa della consegna della Bandiera Blu” (Margherita di Savoia), Premio ArgoJazz 2014, Premio Cuore Valentino 2014.È stata ospite recentemente a Roma per Radio 24 nella trasmissione di Gegè Telesforo (“Soundcheck”) per la presentazione di Acustronica.

Fitto il calendario estivo che la vedrà  protagonista su palchi prestigiosi, contestualmente agli appuntamenti nello studio di registrazione, per l’album in prossima uscita, prodotto da Michele Torpedine.

Crescendo è stato premiato come uno degli album più belli del 2013 dal JazzIt Award 2014. 

 

Stefania Dipierro

dipierroNata nella caldissima estate del 1972, cresciuta tra Bari e Lecce, ha vissuto per anni a Roma e poi ad Amsterdam, una vita sempre in movimento. L’amore per il canto e per la musica, oltre alla particolare timbrica scura ed avvolgente della sua voce, fanno di lei una cantante versatile e capace di esprimersi nei linguaggi jazz, scat, bossa nova, acid jazz, funk, soul, house, elettronica. È un artista dalla personalità forte, solare e creativa.

Molto legata alla tradizione, agli standards, ma anche autrice e compositrice, impegnata nello sviluppare un suo stile. Il suo primo approccio alla musica è lo studio del pianoforte già dall’età di cinque anni. Nel 1986 consegue la licenza di Teoria Musicale e Solfeggio al conservatorio “Tito Schipa” di Lecce. Successivamente ha studiato tecnica vocale e metodo Alexander con Rosanna Santamaria e canto lirico presso il conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari. Nel 1999, a Torino, approfondisce gli studi di tecnica e improvvisazione vocale con la cantante americana Rachel Gould. Ha inoltre partecipato ai seminari di Elvin Jones (Umbria Jazz 2000), David Liebman (2001) e Wanda Sá (Bari 2011). Ha svolto attività didattica presso la scuola “Il Coretto” di Bari. Nel 2009 diventa mamma e torna a vivere a Bari.

Dal 1992, periodo caldo dell’acid jazz europeo, inizia un’intensa attività all’interno del movimento musicale Fez, guidato dal dj e produttore Nicola Conte. Prende parte a registrazioni discografiche, concerti live nei club italiani con Quintetto X, Fez Combo, Tempo Cinque e Intensive Jazz Sextet. Canta in formazioni variabili dal duo al quintetto (dal ’96 con il trombettista Fabrizio Bosso) in combo, con big band e dj set. Nel 2002 si trasferisce a Roma, inizia la sua collaborazione come resident singer con il Supper Club di Roma, club frequentato da artisti attori e cantanti da tutto il mondo, una vera e propria piattaforma di incontro e improvvisazione. È proprio nel Supper Club che possiamo sentirla duettare con Lucio Dalla, Pino Daniele, Raf, Stefano Di Battista. Dal 2002 è la cantante per i tour di Coca Cola Italia negli eventi live. Dal 2000 porta avanti il progetto «Connections: Italia-Brasile», un tributo alle sonorità ed al repertorio brasiliano degli anni ’50,’60 e ’70, tramandato in Italia alle cantanti Mina e Ornella Vanoni, accanto a Chico Buarque, Toquinho , Vinicius de Moraes. Il concerto è bilanciato da atmosfere poetiche e sofisticate, ad altre di intenso coinvolgimento e un po’ psychedelic. Tra emozioni e “parlare d’amore” a modo proprio attraverso Vinicius de Moraes, Baden Powell, Chico Buarque, Edu Lobo, Jobim, Marcos Valle, Ennio Morricone, Milton Nascimento.

Dal 2012 è in registrazione il suo LP Wild Flower: Stefania Dipierro, prodotto da Nicola Conte.

 

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: