Scuola “Senza zaino” a Triggiano (BA)

sz5Venerdì 9 ottobre, al 1° Circolo didattico “S. Giovanni BOSCO”, in via Petrarca, si è svolta l’inaugurazione delle classi “SENZA ZAINO” e l’adesione della Scuola alla Rete nazionale delle Scuole che adottano il Metodo.
La scuola  Senza zaino  è nata in Toscana nel 2002 ad opera di un gruppo di insegnanti e dirigenti che hanno elaborato pratiche didattiche innovative.
Il titolo del progetto rimanda al fatto che fisicamente gli studenti non utilizzano lo zaino, ma una cartellina leggera per i compiti a casa, mentre le aule vengono arredate con mobilio e materiali didattici avanzati per lo sviluppo di tre valori fondamentali: l’ospitalità, la responsabilità, la comunità.

Le scuole “Senza Zaino” sono oggi 75 e sono diffuse non solo in Toscana, ma anche in tutto il territorio nazionale. Sono coinvolte scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado.
Viene realizzata la differentiated instruction, un insegnamento diversificato, sia a livello individuale che di gruppo, l’aula è divisa in aree di lavoro ed è arricchita con strumenti e tecnologie didattiche. Gli alunni sono informati e stimolati a prendere decisioni anche sulle attività didattiche o a tenere delle lezioni personali. L’insegnante organizza l’ambiente, spiega, offre strutture e sostegni, ma soprattutto insegna ai suoi alunni ad essere indipendenti e padroni delle proprie conoscenze, promuovendo il lavoro di gruppo. Si presta una particolare attenzione alla dimensione corporea, alla gestualità e si organizza la giornata scolastica in modo proficuo.

Il nuovo metodo “Senza zaino” si sperimenterà in una classe terza e in una classe prima del plesso S. Giovanni Bosco di via Petrarca, grazie all’ampiezza delle aule. All’inaugurazione erano presenti  Marco Orsi, ideatore del Metodo e  Maria Paola Pietropaolo, referente per le Regioni meridionali della Rete “Senza zaino”. L’evento ha predisposto la visita alle aule e l’incontro con bambini e docenti, con il supporto del Sindaco  Vincenzo Denicolò  e dell’Assessore all’Istruzione del Comune di Triggiano, Piero Caringella. Alla fine Marco Orsi ha rivolto un saluto di ringraziamento ai genitori delle classi interessate per aver creduto nel Progetto.
Con questa nuova metodo il Circolo didattico S. Giovanni Bosco dimostra la sua predisposizione allo sperimentalismo e all’innovazione per creare un futuro migliore per la scuola.

Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: