SCOPERTA UNA CLASSE DI CELLULE STAMINALI CHE RIPARANO LE OSSA DEL VOLTO E IL CRANIO!

gen manipulation

Sono state scoperte una classe di cellule staminali, le Amleto, specializzate nella riparazione delle ossa del cranio e del volto per curare deformità congenite. Individuate nei topi, i quali possiedono un genoma molto simile a quello umano, potrebbero spianare la strada a nuove terapie per ricostruire,inoltre, i volumi della testa danneggiate anche da traumi, o da interventi chirurgici particolarmente invasivi per la rimozione di tumori da testa e collo.

Il merito di quella scoperta è dell’Università di Rochester a New York, che ha individuato queste cellule lungo le articolazioni fisse che uniscono le ossa piatte della testa, le cosiddette suture. Queste cellule sono uniche e diverse dalle cellule osteogeniche che producono le ossa lunghe del corpo. I ricercatori le hanno trovate guardando tutte le cellule del cranio che hanno acceso il gene “assina-2“, e la sua mutazione nel topo causa la craniosinostosi che, nei neonati, può causare sviluppo ritardato e un innalzamento della pressione intracranica potenzialmente fatale. I ricercatori, studiando il ruolo di queste cellule nella rigenerazione delle ossa della testa, sono riusciti a risalire fino alle staminali, che messe in coltura con determinati fattori di crescita e con un microambiente ideale, possono rigenerare il tessuto osseo delle ossa piatte del cranio. Si apre dunque la strada delle medicina rigenerativa, a base di terapie staminali per ricostruire e ridisegnare cranio e volto,anche quando ci si condanna alla diversità.

Francesca Morga

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: