Santi e martiri secondo l’Arte: San Pietro e San Paolo

pietro_paolo_particolareL’uno con i capelli corti e ricciuti come anche la barba, l’altro con capelli più radi ed una fluente barba lunga; l’uno con le chiavi del Regno dei cieli, poiché egli ha la facoltà di aprire e chiudere le porte del Paradiso, l’altro con la spada che è il simbolo del suo martirio avvenuto per decapitazione. Entrambi portano sotto il braccio un libro, il Vangelo, primo attributo degli apostoli e discepoli di Cristo, ed entrambi sono avvolti in un panneggio classicheggiante, come degli antichi romani che con gesto oratorio predicano a chi li venga a visitare. Solennità e imponenza pervadono le due statue in marmo della navata di San Giovanni in Laterano a Roma, riposte nelle monumentali nicchie borrominiane ai lati dell’altare maggiore sovrastato dal grandioso Ciborio trecentesco. Sono entrambe opere dello scultore francese Pierre-Étienne Monnot (1657-1733), attivo a Roma sul finire del Seicento e il primo Settecento, il quale contribuisce al ciclo dei dodici apostoli per la Basilica romana con diversi altri scultori.

Petrus_San_Giovanni_in_Laterano_2006-09-07I due Santi sono tra i personaggi fondamentali della storia della Chiesa.monnot-paolo
Pietro, nato a Cafarnao col nome di Simone, faceva il pescatore e fu scelto da Gesù perché diventasse il fondamento della Chiesa (tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa); Paolo, o Saulo, nato a Tarso, fu educato come fariseo e prese parte alla persecuzione dei cristiani, finché non ebbe una visione sulla via di Damasco dopo la quale si convertì ed iniziò la sua opera di evangelizzazione. Entrambi gli apostoli furono martirizzati a Roma intorno al 65 d.C. sotto l’imperatore Nerone: Pietro venne crocifisso con la testa rivolta alla terra e i piedi al cielo, non considerandosi degno di morire come Cristo; Paolo venne invece decapitato con colpo di spada, come avveniva per i cittadini romani.
Se Pietro è invocato in protezione da pescatori, fabbricanti di chiavi e portieri, Paolo è da sempre associato alla tipologia del filosofo e considerato protettore dei teologi. Entrambi sono i patroni della città di Roma che li celebra il 29 Giugno.

Claudia Pruner

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: