Salesiani della parrocchia Redentore di Bari: Lettera aperta alla Città

redentoreIn merito all’omicidio che ha coinvolto Florian Mesuti, il Consiglio della Comunità Educativa Pastorale del Redentore vuole esprimere vicinanza e cordoglio alla famiglia Mesuti.
La vicenda delittuosa che condanniamo, pone degli elementi culturali ed educativi che vogliamo ribadire e che poniamo all’attenzione degli organi di stampa e dell’opinione pubblica.
L’opera dei salesiani del Redentore di Bari è stata storicamente ed è fortemente impegnata nell’educazione e formazione dei minori e dei giovani con l’Oratorio, con associazioni e cooperative che garantiscono diversi servizi formativi e socio-educativi: il Centro di Formazione Professionale, il Centro Aperto Polivalente per minori, il Centro d’Ascolto per Famiglie, il Punto Luce.
Il “Redentore” opera nel campo educativo in un contesto di forte disagio sociale, conta 500 iscritti e 200 minori e giovani che giornalmente frequentano l’Oratorio, il Centro di Formazione Professionale, il Centro Aperto Polivalente ed il Punto Luce. Sono impiegati: 3 salesiani a tempo pieno e 30 volontari a disposizione in Oratorio, 2 salesiani a tempo pieno e 15 laici professionisti al
CFP, almeno 20 figure professionali nel campo educativo che operano presso il CAP/CAF ed il Punto Luce.
Il “Redentore” ha potenziato l’offerta educativa nonostante tagli e crisi. Ha messo in campo tantissime iniziative per minori, giovani e famiglie. Ha convocato diversi tavoli per concertare politiche di inclusione sociale e di sostegno. Ha invocato diverse volte percorsi educativi e riabilitativi per la prevenzione ed il recupero dei ragazzi.
Abbiamo chiesto con insistenza il riconoscimento giuridico della funzione sociale dell’Oratorio alla Regione Puglia (http://redentorebari.donboscoalsud.it/news/677/Lettera-aperta-all-Assessore-del-Welfare-della-Regione-Puglia-.aspx), ma a tutt’oggi non c’è stato alcun contatto. Con il Comune di Bari è in corso un’interlocuzione che ha portato al sostegno di alcune progettualità, ma chiediamo un protocollo d’intesa che riconosca la funzione sociale dell’Oratorio.
La vicenda di Mesuti ci invita a continuare l’opera di prevenzione educativa, chiedendo un presidio di pubblica sicurezza nel quartiere ed il sostegno e il potenziamento dei luoghi di prevenzione.
Il lavoro educativo svolto da Parrocchie, Scuole, Cooperative, Associazioni sul territorio è notevole, bisogna cercare di unificare e di coordinare. In questo senso, il “Redentore”, naturale luogo di aggregazione familiare e giovanile si propone ad essere cabina di regia per le politiche educative del territorio affiancando le Istituzioni.
Tra i minori che vengono al “Redentore”: molti vivono in condizione di disagio e trovano una risposta effettiva e valida al loro desiderio di crescita e di educazione. Pochi, tra loro, hanno necessità di un intervento educativo adeguato e specializzato che li aiuti a recuperare la cultura della legalità.

REDENTORE SALESIANI BARI
Via Martiri d’Otranto, 65
70123 BARI

Tel. Oratorio: 080.9025793 – Centralino Tel.: 080.57.50.111 – Cell.
327.6769759
Fax: 080.2046347 – 080. 57.50.179

Website: redentorebari.donboscoalsud.it
– RedentoreChannel:
– www.youtube.com/user/redentorebari
FB: www.facebook.com/salesiani.bari
– Twitter: RedSalBa
Email: bari@donboscoalsud.it

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: