Renata De Feo e la sua passione per l’insegnamento in un libro: “Con Pathos. Oltre la DAD”

È per me un privilegio presentare questo volume di Renata De Feo edito dalla Infinity Books di Malta, per la ragione che mi glorio di averla avuta come insegnante di Italiano nella scuola superiore.

Non ero uno studente modello, ma l’incontro con lei ha cambiato il mio modo di vedere la scuola accendendo in me la passione per lo studio. Questo incontro è stato così rivoluzionario da fare di me altresì un insegnante con la stessa passione trasmessami dalla De Feo.

Leggendo i pensieri, i messaggi WhatsApp, le lettere, le poesie e i temi svolti dagli studenti che negli anni hanno seguito le sue lezioni, ho scoperto che nel tempo nulla è cambiato in lei, nella sua passione all’insegnamento, non lasciandosi neppure intimorire dalla didattica a distanza, con la stessa passione e spirito di servizio che l’ha sempre caratterizzata.

Questa raccolta di pensieri dei suoi studenti  sarà un’occasione per il lettore, spero molti genitori e studenti, di comprendere il significato profondo dell’essere in-segnanti (lasciare un segno dentro), dove l’insegnamento si qualifica come un fluire di una vita in altre vite, perché questa professione, più di ogni altra, consente di tessere quotidianamente quei legami invisibili che dureranno per tutto il corso della vita e che ti legheranno indissolubilmente a chi ti ha insegnato a vivere.

Bella l’immagine della copertina “La mietitrice”, una metafora che ben si adatta a Renata De Feo che lungo questi anni di lavoro ha potuto raccogliere i frutti di tanti sacrifici e di tanta dedizione.

Credo che l’insegnamento sia una professione dove non sempre è data la possibilità di vedere i frutti del proprio lavoro, perché questi maturano sempre alla fine del percorso scolastico quando ormai gli studenti hanno lasciato la scuola (dall’anno scolastico 1997/1998 ufficialmente l’esame di Maturità si chiama esame di Stato). È un privilegio di pochi insegnanti poter avere la soddisfazione di vedere i propri studenti, divenuti adulti, inseriti pienamente nel mondo, in cui si possono scorgere i risultati del proprio lavoro. All’insegnante il compito di seminare, agli studenti il dovere di raccogliere “ma è Dio che fa crescere” (1Cor 3, 7). Renata  De Feo può orgogliosamente dire che i suoi studenti hanno realizzato nella vita la loro “vocazione”, cioè quello per cui sono venuti al mondo, che ce l’hanno fatta, soprattutto quegli studenti che non mostravano interesse e applicazione allo studio.

In questo libro l’Autrice desidera trasmettere un potente messaggio che è quello aiutare il giovane ad orientarsi nel groviglio delle vicende dell’esistenza, avendo come bussola i valori dell’humanitas, che lo sosterranno per camminare con tenacia“andando “oltre”, per non dover dire mai a se stessi di non averci, almeno, provato”. (dalla Presentazione)

Il libro si può acquistare su Amazon:

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: