Procuratore di Catanzaro Gratteri: “Dopo anni abbiamo visto vescovi e preti contro ‘ndranghetisti”

La Chiesa non si piega allo strapotere della malavita organizzata, ma al contrario alza la testa e la combatte. A dirlo è il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, durante un’intervista al Tg2000, commentando l’operazione della Dda di Catanzaro contro il clan Arena che ha portato all’arresto, tra gli altri, del parroco di Isola Capo Rizzuto.

Il Procuratore Capo individua un momento ben preciso in cui si è risvegliato nella Chiesa calabrese un certo sentimento antimafia: “la visita di Papa Francesco in Calabria, quando nella Piana di Sibari scomunicò gli ‘ndranghetisti”.

“E’ la prima volta che un Papa – ha aggiunto Gratteri – usa il termine ‘Ndrangheta e scomunica i mafiosi. E’ stato un discorso fatto ai vescovi e ai preti calabresi e poi alla collettività. Dalla lettura dei documenti e delle Encicliche abbiamo visto una Chiesa calabrese molto dura contro l’Ndrangheta. Per la prima volta anche negli scritti dei vescovi calabresi viene riportato il termine ‘Ndrangheta. Questa non è cosa da poco. Mai come in questo caso la forma è sostanza”.

 

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: