PATENTI DI GUIDA VIETATE PER CHI SOFFRE DI APNEA NOTTURNA E PATOLOGIE NEUROLOGICHE

imageSi tratta di una nuova legge entrata in vigore in Italia da qualche giorno, emanata dal Ministero dei Trasporti per adeguarsi a una normativa europea che prevede una forte restrizione per il rilascio delle patenti per tutti coloro che soffrono di apnea notturna e patologie neurologiche. Tali norme sono entrate in vigore ufficialmente da dicembre 2015.

Infatti, secondo l’Unione Europea le persone che soffrono di Ocse, cioè l’apnea notturna, hanno un più alto rischio di essere coinvolti in tamponamenti e incidenti stradali doppio o triplo rispetto a un individuo sano.

Il decreto legge emanato prevede che: “La patente di guida non deve essere rilasciata nè rinnovata a candidati o conducenti colpiti da gravi affezioni neurologiche di grado tale da risultare incompatibili con la sicurezza della guida”. Tuttavia, il decreto prevede che la commissione medica “può autorizzare la guida in relazione allo stato evolutivo e alle capacità funzionali possedute, previa valutazione della compatibilità della sintomatologia sensitiva sensoriale, motoria e del trofismo muscolare.”

L’apnea notturna è una patologia che si manifesta durante il sonno,e che porta in chi ne è affetto mancanza di respiro per almeno 10 secondi, minimo 5 volte ogni ora. Inoltre il ripetersi di apnee giorno dopo giorno, notte dopo notte, portano a conseguenze cliniche come ipertensione arteriosa,arteriosclerosi, sonnolenza diurna, astenia (stanchezza),deficit cognitivi e difficoltà nell’apprendimento.

Francesca Morga

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: