Una parola apre il cuore, “Il piccolo Festival della Parola” a Noci

Domenica 11 giugno a Noci, in occasione della seconda Edizione del “Piccolo Festival della Parola”, svoltosi dall’8 all’11 giugno, nell’ultima parte della serata in Piazza Plebiscito, due autori hanno presentato le loro opere.
Alle ore 21, il poeta Franco Arminio ha letto ad alta voce poesie tratte da “Cedi la strada agli alberi”, dedicandole di volta in volta a qualche membro del pubblico. L’opera è divisa in varie sezioni: la prima narra del paesaggio e dei paesi; la seconda del tema amoroso, con testi intensi dedicati agli affetti familiari e infine ci presenta una serie di riflessioni sulla poesia al tempo della Rete. Dopo questa coinvolgente lettura, il poeta ha invitato l’intera piazza a cantare all’unanimità brani più o meno famosi, tra cui una canzone popolare della città di Noci, intonata dallo stesso sindaco.
Alle ore 22, invece, Maria Cristina Balestracci, artista vissuta in Romagna ed innamoratasi del sud, ha presentato il suo progetto “Oltrepassi 201”. 201 è il riferimento al numero dei relitti di scarpe di ogni genere, ritrovate sulla spiaggia adriatica di Firenzuola di Focara, ai confini tra Romagna e Marche. A questi resti consunti l’autrice ha ridato vita in forma diversa, offrendo un punto di vista che verte sulla rappresentazione della straordinarietà dell’ordinario, del consueto che diviene opera d’arte con il solo ausilio della parola poetica, creando 201 poesie. 80 passi sono raccontati dalla poetessa Annalisa Teodorani, una giovane autrice santarcangiolese che scrive anche in dialetto, e le restanti 21 da poeti pugliesi ai quali, ispirati da una determinata scarpa, è stata chiesta una poesia. Questo progetto parte dalla Romagna e riparte dalla Puglia per rinnovarsi ed adattarsi ad ogni luogo. In occasione di questa serata Annalisa Teodorati ha letto alcuni passi accompagnata alla fisarmonica da Francesco Galizia.
Una serata ben riuscita all’insegna del calore e della spontaneità della parola e della magia che può creare, mettendo in mostra i propri spontanei sentimenti correlati ad un oggetto, una persona, un luogo o una semplice emozione intensa.

Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: