Papa Francesco e il presidente Castro il 25 settembre al Palazzo di Vetro di New York

Pope FrancisIl presidente cubano Raúl Casto sarà all’Onu, il prossimo 25 settembre per assistere al discorso del Santo Padre Francesco e successivamente, il 28, interverrà all’Assemblea generale del 70° periodo di sessioni dell’organismo internazionale. La prova di questa ulteriore e incredibile ripresa dello sviluppo di regolarizzazione delle relazioni tra La Habana e Washington arriva dal Ministero degli Affari esteri di Cuba.

In conclusione, il commiato del 22 settembre a Santiago di Cuba tra il presidente cubano e il Papa sarà un arrivederci. In quel luogo, il presidente americano Barack Obama indirizzerà un suo discorso all’Assemblea; perciò sembra che ci sia una possibilità che i due presidenti possano incontrarsi per la prima volta ufficialmente dopo l’apertura nelle due capitali delle corrispondenti ambasciate.

“Immagino che vi saranno interazioni tra i due presidenti, ma non posso dire che sia stato fissato un incontro”, ha detto il ministro degli esteri cubano Bruno Rodríguez. Il Ministro ha chiarito ulteriormente ai giornalisti il documento denominato: “Necessità di mettere fine al blocco economico, finanziario e commerciale” che annualmente Cuba ha depositato all’Onu per rimarcare, con dati precisi, il danno che l’embargo unilaterale ha procurato al popolo cubano. Negli ultimi cinque anni questo danno viene quantificato in quasi 884 milioni di dollari.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: