Tra novità e conferme si apre la nuova stagione della fiction tv

i-bastardi-di-pizzofalcone-3983-11-600x399

Il 2017 televisivo apre i battenti già domenica 8 gennaio, con protagonista la fiction e le grandi serie che restano il fiore all’occhiello del palinsesto. Ricco di prime tv assolute, ma anche di titoli di successo che hanno contribuito a tenere alti gli ascolti su reti generaliste e canali pay, arrivano anche spin-off e fiction tratte da film.

Domenica su Rai1 debuttano le nuove avventure per suor Angela-Elena Sofia Ricci in Che dio ci aiuti 4 mentre lunedi’ 9 gennaio I bastardi di Pizzofalcone, 6 puntate tratta dai romanzi gialli di Maurizio De Giovanni con l’ispettore Giuseppe Lojacono-Alessandro Gassmann e il pm Laura Piras-Carolina Crescentini. La Rai proporrà anche due nuovi titoli de Il commissario Montalbano (il primo tratto dal libro Il Covo di Vipere, il secondo da Come Voleva La Prassi) e Tutto può succedere 2.

Venerdi’ 13 su Canale 5 grande attesa per il ritorno di una delle fiction più amate dal pubblico femminile, Il bello delle donne – alcuni anni dopo. Dopo 14 anni con la quarta stagione di 8 puntate in cui Giuliana De Sio, Manuela Arcuri, Massimo Bellinzona, Alessandra Martinez, Claudia Cardinale, Lina Sastri e Adua Del Vesco sono pronte a vivere intrigi, litigi, amori e passioni incrociandosi nel parrucchiere più famoso d’Italia.

Tante novità invece pronte a conquistare i telespettatori. Su Rai1 arriva la miniserie C’era una volta Studio Uno, sulla nascita dello storico varietà della Rai negli anni ’60 con protagonisti Alessandra Mastronardi, Diana Del Bufalo e Giusy Buscemi. In arte Nino, il film tv presentato in anteprima al RomaFictionFest, sulla vita dell’attore Nino Manfredi interpretato da un eclettico Elio Germano nei panni del grande attore. Dopo il successo con Un’altra vita torna Cinzia Th Torrini con Sorelle. Nel cast Anna Valle, Giorgio Marchesi, Loretta Goggi, Alessio Vassallo, Ana Caterina Morrai. Torna con una miniserie anche Beppe Fiorello con Chiedilo al mare, ispirata al naufragio del Natale 1996 quando morirono oltre 300 migranti nel Mediterraneo. Di padre in figlia, su soggetto di Cristina Comencini, con Alessio Boni, Cristiana Capotondi, Stefania Rocca, Matilde Gioli, Domenico Diele, Alessandro Roja. Riccardo Milani racconta la storia dell’emancipazione femminile in Italia attraverso le vicende di una famiglia di stampo patriarcale di Bassano del Grappa negli anni che vanno dal 1958 al 1980.

Canale 5 è pronta a sfornare anche lo spin-off di Squadra Antimafia con Rosy Abate, e Immaturi-La serie, ispirata all’omonima commedia corale di Paolo Genovese, dirette da Rolando Ravello con Ricky Memphis, Luca e Paolo, Ilaria Spada, Sabrina Impacciatore, Nicole Grimaudo, Ninni Bruschetta, Maurizio Mattioli e Max Giusti ma senza Raoul Bova. Arriva anche Amore, pensaci tu: 10 puntate (in data da definirsi) sul ruolo dei papà nelle famiglie di oggi con Emilio Solfrizzi (il padre staffetta, 3 figlie da 3 mogli diverse), Filippo Nigro (il mammo a tempo pieno), Carmine Recano (il padre separato) e infine Fabio Troiano (il padre gay di una figlia in affido). Prossimamente tornerà anche Gabriel Garko a impersonare Tonio Fortebracci, in L’onore e il rispetto-atto finale.

Su Sky torna la punta di diamante 1993, sequel di 1992 con Stefano Accorsi, Tea Falco, Miriam Leone, Guido Caprino e Domenico Diele, anche se bisognerà aspettare la primavera e la terza stagione di In Treatment, la serie diretta da Saverio Costanzo, con Sergio Castelletto e un cast cinematografico: Margherita Buy, Giulia Michelini, Brenno Placido e Giovanna Mezzogiorno. Netflix invece è pronta a debuttare con la sua prima produzione originale italiana, Suburra-La serie, tratta dal film di Stefano Sollima.

Ilaria Sinopoli

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: