Nei nidi comunali i minori rilevati con il sistema informatizzato

asilo_nido

Da domani, mercoledì 1 luglio, parte in via sperimentale il servizio informatizzato per la rilevazione delle presenze/assenze dei bambini che frequentano i sette asili nido comunali. Questo servizio rientra nell’ambito delle iniziative avviate dall’assessorato alla Pubblica istruzione per la digitalizzazione dei servizi alle famiglie.

Previa acquisizione dell’autorizzazione da parte dei genitori o di chi esercita la potestà sui minori frequentanti il nido estivo, il servizio prevede l’invio da parte del sistema informatico di sms ed email ai genitori che saranno così quotidianamente informati sulle presenze dei bambini.

Allo scopo di garantire l’invio tempestivo delle comunicazioni alle famiglie, la rilevazione delle presenze/assenze e l’inoltro delle relative comunicazioni avverranno giornalmente entro e non oltre le ore 9.40.

“Questo progetto, che nel mese di luglio riguarderà solo la voce delle presenze, utile in particolare a tutti quei genitori che per svariati motivi non possono accompagnare i propri figli a scuola – spiega l’assessora Paola Romano – dal prossimo settembre sarà implementato con le comunicazioni relative a tutte le attività degli asili nido. Sulla base dei risultati e del gradimento delle famiglie proveremo ad estendere questa tipologia di servizio anche alle scuole dell’infanzia. L’esigenza che abbiamo rilevato con gli uffici è infatti quella di ottimizzare il servizio educativo attraverso l’attivazione di un sistema informatizzato, che ci consenta da un lato di monitorare la frequenza giornaliera, settimanale e mensile dei minori per la programmazione del fabbisogno dell’utenza e delle risorse a disposizione, e dall’altro di semplificare e rendere tempestive le comunicazioni di servizio tra pubblica amministrazione e famiglie. Lo faremo inviando semplici comunicazioni via sms e via mail proprio per accorciare le distanze con i cittadini, anche nell’ottica di garantire una maggiore tutela dei minori accolti nelle strutture educative comunali”.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: