Nasce l’alleanza mondiale contro l’Alzheimer

uomo-alzheimerUn milione sono le esseri umani colpiti da Alzheimer e demenza in Italia e 44 milioni nel mondo. Facendo riferimento ai dati all’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) queste cifre si duplicheranno ogni venti anni. La patologia interessa principalmente gli over 65, ma non solo. Per affrontare il pericolo demenza e per sostenere gli ammalati e le loro famiglie è nata l’alleanza mondiale.

Gabriella Salvini Porro, presidente di Federazione Alzheimer Italia ha dichiarato che uno degli obiettivi di questo organismo è di conseguire entro il 2025 ad avere una terapia che possa, almeno, rendere più lento o trasformare l’iter della malattia. Successivamente quello di interessare seriamente l’opinione pubblica, congiungere tutti i mezzi per combatterla e tentare di diminuire lo stigma che questa patologia porta.

In pratica bisogna porre in atto numerose attività di sensibilizzazione, in cui gli ammalati stessi descrivo di cosa si tratta, perché qui in Italia c’è questa cultura, dal momento che nel resto del mondo, soprattutto nei Paesi anglosassoni del Nord Europa, i malati di Alzheimer parlano e testimoniano quello che sentono. Occorre lottare contro il pregiudizio facendo comprendere che si tratta di una malattia, come qualsiasi altra, che colpisce una parte di noi, il cervello.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: