È morto l’arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie mons. Giovan Battista Pichierri

È ritornato alla Casa del Padre nelle prime ore del mattino l’arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, mons. Giovan Battista Pichierri all’età di 74 anni. La morte, avvenuta nella sua casa, in diocesi, a Trani, è stata determinata presumibilmente da un un arresto cardiocircolatorio. Le suore che abitavano con lui, attorno alle 8.30, hanno fatto la dolorosa scoperta. Vani i tentativi dei soccorritori per cercare di rianimarlo”.

Il vicario generale, Monsignor Giuseppe Pavone, ha invitato tutta la comunità ecclesiale alla preghiera «per il nostro Padre e Pastore, che si apprestava a celebrare il suo cinquantesimo anniversario di ordinazione sacerdotale tutto dedicato al servizio alla Chiesa».

Mons. Giovan Battista Pichierri si è sempre dimostrato difensore della teologia del Concilio Vaticano II, facendosi promotore del dialogo con il mondo ebraico e con le altre confessioni cristiane.

Nel gennaio 2008 ha concesso a una comunità pugliese della Chiesa ortodossa rumena la chiesa di San Martino, a Trani. Ha favorito la comunità ebraica locale con la restituzione della chiesa di Santa Maria di Scolanova, già sinagoga Scolanova di Trani, riaperta al culto nel 2005, e della chiesa di Sant’Anna, già Sinagoga Grande, convertita nella sezione ebraica del locale museo diocesano e inaugurata l’8 novembre 2009.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: