Melfi: sagra della” Varola” tra i sapori del Vulture

image (1)Anche quest’anno, la penultima domenica di ottobre è dedicata nel Melfitano alla sagra della “varola”, dove questo termine indica le caldarroste e il recipiente colmo di fiori in cui vengono arrostite.

Ogni anno almeno 30.000 persone visitano Melfi nelle due giornate di festa giungendo da tutte le parti d’Italia con gruppi organizzati , che oltre a gustare la classica ” varolata ”  girano tra i mercatini , mostre e soprattutto visitano i tanti monumenti che sono il richiamo turistico di una città ricca di storia di cultura e, soprattutto, di ospitalità. Inoltre, ad allietare l’atmosfera e il profumo caratteristico di caldarroste vi saranno numerosi gruppi musicali locali che si esibiranno per le piazze e le strade del centro storico di Melfi, la quale, nei giorni della sagra, si trasforma in un grande bosco, con stand dalla forma di tipici rifugi montani, dove vengono esposti tantissimi alimenti prodotti con questo frutto: il castagnaccio, i dolci e il gelato di marroni, la birra di Castagne, le tavolate con pasta ottenuta dalla farina di castagne e la carne condita con crema di marroni e perfino la pizza al marroncino il tutto innaffiato dal rigoglioso vino rosso doc della zona, l’Aglianico del Vulture.

Un tuffo nella tradizione, e nei sapori tipici quello di Melfi domenica 18 ottobre 2015, deliziato da musica, buona compagnia e ospitalità di una città desiderosa di regalare ai suoi turisti un fine settimana autunnale alternativo!

Francesca Morga

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: