L’arte arriva all’Istituto Tumori di Bari

Al fianco dei pazienti con un ciclo di conversazioni d’arte a cura della dott.ssa Clara Gelao

Persino un concetto complesso come l’arte può regalare leggerezza ai pazienti.

Dal 30 ottobre 2018 al 26 marzo 2019 la dottoressa Clara Gelao, già Direttrice della Pinacoteca Metropolitana di Bari, trascinerà l’arte nell’aula convegni dell’Istituto Tumori di Bari, guidato dal Direttore Generale Vito Antonio Delvino.

Al centro della scena, un ciclo di conversazioni pomeridiane (dalle 16 alle 17) su temi d’arte e più in generale d’intrattenimento culturale. Su un “palcoscenico” insolito si “esibiranno” più tematiche: dalla pittura ai presepi alla scultura, di varie epoche storiche, che la nostra terra di Puglia vanta come capolavori artistici.

«Il paziente oncologico, oltre alle cure mediche dettate dalla letteratura scientifica, ha necessità di un supporto sociale per sé e per la propria famiglia, impegnata in una dura battaglia contro la malattia» spiegano i promotori dell’iniziativa, Dott. Francesco Giotta e Dott.ssa Agnese Maria Fioretti, dirigenti medici dell’IRCCS barese.

Ricco il calendario degli appuntamenti. Si comincia il 30 ottobre alle 16; a seguire il 27 novembre e il 18 dicembre. Già fissate anche le date del 2019: 29 gennaio, 26 febbraio e 26 marzo. “Il bello può aiutare i pazienti oncologici ad affrontare con coraggio la vita ed essere forti nei momenti di difficoltà” ha aggiunto la Gelao, protagonista degli incontri. Aderiscono all’iniziativa culturale le associazioni dei pazienti oncologici da sempre vicine agli ammalati, Favo Puglia, Gabriel, pH8, Ui Together e Walce Puglia, con il patrocinio del Comune di Bari e della Città Metropolitana di Bari.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: