La Notte della Taranta: un successo che dura da 18 anni

la_notte_della_tarantula

È partito il conto alla rovescia per il Granfinale della 18esima edizione della Notte della Taranta che, domenica 22 agosto, sul megapalco di Melpignano (Lecce) si concluderà, anche quest’anno, con enorme successo. Gli organizzatori attendono oltre 150mila persone. “Dalle prenotazioni, dagli accrediti e dalle varie richieste che stiamo ricevendo – dicono dalla fondazione che organizza l’evento – possiamo dire che questa edizione potrà essere quella dei record. C’è chi sta organizzando pullmann addirittura da Berlino”.

A chiudere in bellezza il Concertone finale tantissimi ospiti molto attesi tra cui Phil Manzanera che dirigerà l’Orchestra popolare, Paul Simonon, Tony Allen alla batteria, Anna Phoebe e Luciano Ligabue che canterà quattro canzoni di cui due in dialetto salentino e dieci ballerini guidati da Roberto Castello. Coinvolti anche anche altri sei artisti internazionali: Bolando dal Sud America, Fanfara di Tirana dall’Albania, Bombino dalla Nigeria, El Mehdi Nassouli e Unda Maris dal Marocco, Tucké dalla Turchia, proponendo una misteriosa fusione con altri linguaggi musicali, dalla world music al rock, dal jazz alla musica sinfonica.

L’idea dalla quale prende vita la manifestazione è che la musica tradizionale salentina si incontri e si fonda con altre culture pur rimanendo fedele alla sua radice. L’ibridazione, tra ritmi vicini o diversissimi, è il simbolo del linguaggio universale della musica che fa comunicare mondi sconosciuti e lontani. Tutto sposa perfettamente la bellezza artistica e paesaggistica del Salento che fa da contorno ad uno degli eventi folkloristici più importanti d’Italia e d’Europa, un festival itinerante che porta in varie città del Salento la musica, l’allegria e i balli della celebre pizzica a cui è dedicato il festival.

La protagonista della serata sarà anche la tarantola, il ragno creato dal designer Fabio Novembre, realizzato con le luminarie salentine, che sarà installato al centro del palco, circondato da una ragnatela di luci capace di generare 12 milioni di colori. “Abbiamo scelto di festeggiare i 18 anni del festival – dicono dalla fondazione che organizza l’evento – con il simbolo della festa popolare: le luminarie, installate sul palco più grande che sia mai stato realizzato a Melpignano, 23 metri di altezza e 35 di lunghezza”.

Per chi non potrà assistere alla Notte della Taranta dal vivo, pure in questa edizione ci sarà la diretta su Rai 5 e Radio Due, a partire dalle ore 22:30, con la conduzione di Livio Beshir. Insomma ormai è tutto pronto, la città, l’intero Salento e la Puglia tutta sono pronti e in fermento, la Notte della Taranta 2015 si prepara a sorprendere tutti a suon di musica e balli.

Ilaria Sinopoli

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: