“La divina bellezza” discovering Siena

11951336_10204077287886939_5155019872603492398_nDal 24 luglio al 30 settembre 2015 sul Facciatone del Duomo di Siena in piazza Jacopo della Quercia si proietta “La Divina Bellezza – Discovering Siena”, uno spettacolo in 5 atti che narra la storia di questa splendida città e del suo storico Duomo.
Questo progetto è nato per volontà del Comune di Siena e dell’Opera della Metropolitana di Siena, in collaborazione con Filmmaster Events e Opera Gruppo Civita, oggi riuniti in IEN – Italian Entertainment Network.
La direzione artistica dello spettacolo è di Alfredo Accatino, uno dei più noti creativi italiani, che ha partecipato all’ideazione e produzione di importanti eventi internazionali, come le Cerimonie dei Giochi Olimpici e Paraolimpici di Torino 2006 e la Cerimonia di Apertura di Expo Milano 2015.
Lo spettacolo ripercorre con immagini e musiche suggestive e una narrazione sia in italiano sia in inglese per permettere a tutti di comprenderne il contenuto, la storia di Siena e del suo Duomo. Siena è una cittadina nata sin dal periodo degli etruschi e sviluppatasi maggiormente nel periodo dei Romani. Nel 1300 acquisisce grande prestigio ed è protagonista di numerosi scontri contro Firenze, scontri non solo militari ma anche culturali. Per questo l’amministrazione decide di costruire un bellissimo Duomo, caratterizzato da pregiati marmi bianchi e neri. Nel 1284 viene posta la prima pietra della facciata e nel 1313 viene terminato il campanile. Anche il celebre artista Giovanni Pisano contribuisce alla costruzione, progettando la parte inferiore della facciata. Ma il 23 agosto 1339 viene deciso di costruire un Duomo ancora più grande per superare Firenze, utilizzando il Duomo antico come transetto della nuova costruzione. Si innalza la prima immensa facciata, chiamata oggi “il facciatone”, ma a causa della peste del 1348 i lavori sono stati interrotti e mai più ripresi. Oggi nella piazza Jacopo della Quercia si possono ammirare i segni di questo sogno fallito, ma i sogni sono fatti per far nascere storie e leggende, lasciando agli occhi un’idea di bellezza che caratterizza l’intera città in ogni suo singolo aspetto, da una passeggiata nelle viuzze ad una lettura in una delle storiche biblioteche.

Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: