Io e lei, Maria Sole Tognazzi racconta l’amore tra Margherita e Sabrina

cover1300Io e lei, il nuovo film di Maria Sole Tognazzi, dal 1 ottobre nelle sale, lascia un sorriso nel cuore. Margherita e Sabrina non sono due amiche o due colleghe bensì una coppia solida. Si amano da cinque anni Federica e Marina: lesbica convinta Marina (Sabrina Ferilli), ex attrice che ha abbandonato il cinema per una vita più tranquilla che da anni sembra avere fatto pace con la propria omosessualità; molto più problematica e incerta la vita di Federica (Margherita Buy), architetto, per vent’anni etero, moglie e madre, alla prima esperienza da omosessuale, è ancora alla ricerca di una stabilità e rifiuta l’idea che il mondo la possa giudicare. Gli stimoli, i sussurri, i sorrisi a metà ancora la turbano perfino quando sono solo immaginari. É questo il dilemma che tormenta Federica che in un momento di crisi dice:”Io non sono lesbica come te”. E come in qualsiasi altra coppia, i dubbi, le incomprensioni sfociano nel tradimento che fa crollare come un castello di carte le certezze e le abitudini e mette in discussione emozioni e sentimenti.

Con un chiaro omaggio al celebre Il vizietto di papà Ugo, Maria Sole Tognazzi decide di affrontare un tema sconosciuto al nostro cinema e lo fa con una commedia sentimentale, sulle note di grande semplicità e naturalezza. “Il mio film non racconta una storia diversa, ma una storia normale. Come sono normali tutte le storie d’amore” dice la stessa regista. La quotidianità e la normalità, con gli alti e bassi di una coppia che si ama, che litiga (principalmente per il gatto Bengala), che ride e si diverte. Federica e Marina, due donne cinquantenni, indipendenti e soprattutto libere che conducono insieme una vita teneramente normale, a tratti banale, ma proprio per questo estremamente rassicurante.

Appropriata la scelta di dare a due attrici molto popolari e amate il volto delle protagoniste. Una Margherita Buy che, come è di norma ormai, si è calata perfettamente nel ruolo, interpretando egregiamente una donna indecisa e insicura, costantemente a domandarsi cosa e chi rappresenti per lei la felicità. La Ferilli, invece, convincentemente lesbica, nella sua “romanità” trascina il film nella commedia con battute davvero esilaranti.

Io e lei è un film che racconta una semplice storia d’amore, profonda e delicata (in cui la fisicità è pressoché assente perché non necessario esibire), brillante e commovente, con una trama che mette insieme amore e semplicità, vita quotidiana e sentimenti straordinari che alla fine si rivelano più forti del pregiudizio altrui.

“Come se stare insieme fosse un crimine”: il segreto del film è tutto nella frase di Marina rivolta a Federica. Ed è proprio grazie a Margherita Buy e Sabrina Ferilli che, in un intreccio di sguardi, abbracci e baci ci mostrano l’evidenza di una normalità che è solo lo sguardo altrui a rendere “diversa”.

Ilaria Sinopoli

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: