Il “treno natura” tra Siena a San Giovanni d’Asso

dig

Domenica 10 novembre 2019 il “Treno natura”, un convoglio d’epoca del 1914 sospinto da una locomotiva a vapore, ha percorso la tratta Siena-San Giovanni d’Asso, luogo in cui si è svolta la Mostra Mercato dedicata al “Diamante bianco”, il tartufo.
La linea percorsa da questo treno a vapore era una volta la via che portava ai paesi delle Crete senesi, fino alle pendici del monte Amiata, collegandoli a Siena e Grosseto. Vent’anni fa questa linea è stata chiusa poiché attraversava un territorio poco abitato e senza fabbriche, mentre oggi è stata rivalorizzata come occasione per un viaggio indietro nel tempo, assaporando ogni dettaglio di un paesaggio incontaminato e difficile da ammirare quotidianamente.
Il treno è partito alle 8.55 dalla stazione di Siena e, passando da Buonconvento e Monte Antico, dalle pendici dell’Amiata e dalle zone del Brunello di Montalcino, ha raggiunto San Giovanni d’Asso alle 11.25. Ad accogliere i passeggeri vi erano numerosi stands gastronomici, a base di tartufo bianco, Brunello, vino Doc Orcia, miele, olio extravergine d’oliva locale, pecorino, cantucci, panforte, cioccolato e tanti altri prodotti tipici. Oltre a queste degustazioni, è stato possibile visitare il Museo del Tartufo con ingresso gratuito nei giorni della Mostra Mercato ed ammirare uno spettacolo di falconieri che, con i loro volatili meravigliosi, hanno intrattenuto grandi e piccini. Il piccolo borgo ha offerto anche una passeggiata nel “Bosco della Ragnaia”, un parco boschivo e giardino creato dall’artista americano Sheppard Craige nel 1996. Il parco è caratteristico per varie inscrizioni familiari o enigmatiche che attirano l’attenzione del visitatore. Tra le costruzioni particolari e aperte a tutte le interpretazioni vi sono l’“Altare dello Scetticismo”, il “Centro dell’Universo” e un “Oracolo di Te Stesso”.
Alle 16.30 il treno è ripartito per ritornare a Siena alle 17.45.
Domenica 17 novembre si replicherà l’avventura, partendo dalla stazione ferroviaria di Grosseto alle ore 9,10. Si attraverserà la valle dell’Ombrone fino ad entrare nella Val d’Orcia per raggiungere Monte Antico con arrivo a San Giovanni è previsto alle ore 11,20.
Un’esperienza irripetibile che consente di riscoprire posti inesplorati delle colline toscane con un treno a vapore d’epoca.
Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: