Il sangue di San Gennaro si è liquefatto nelle mani di Papa Francesco

papa san gennaroPer la prima volta il sangue di san Gennaro si è fluidificato nelle mani di un pontefice durante la visita nel Duomo di Napoli. Il miracolo, che ha luogo solo tre volte all’anno, è accaduto ieri pomeriggio con Papa Francesco, durante la sua visita al clero diocesano.
Alla fine del suo discorso il Papa ha preso in mano l’ampolla di san Gennaro e, dopo aver recitato la preghiera e averla baciata, l’ha passata all’arcivescovo Crescenzio Sepe che, esaminandola, ha proclamato agli oltre mille fedeli in Cattedrale che “il sangue si è sciolto”.
Non era mai successo nella storia, tantomeno nelle passate visite di Papi: né con Pio IX nel 1848, né con Giovanni Paolo II nel 1990, neppure con Benedetto XVI nel 2007. Ieri al contrario sì, perché ha detto Sepe “si vede che il nostro Santo vuole bene al Papa”.
Il sangue tuttavia si è sciolto a metà. Il processo di scioglimento si è concluso qualche attimo dopo. Certamente, ha scherzato Bergoglio, “se si è sciolto a metà vuol dire che dobbiamo ancora andare avanti e fare meglio. Il santo ci vuole bene a metà”.
I devoti sono usciti dal Duomo contenti gridando al miracolo e ancora più felici erano i quasi 500 religiosi e consacrati lì radunati.
L’incontro, trascorso in tono amichevole con il Santo Padre accomodato sulla sedia per via della stanchezza, era indirizzato al clero napoletano che deve “mettere Gesù al centro” e amare sua Madre Maria, cercandola e pregandola perché Lei “ci mostra in ogni istante il Figlio”.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: