Il Miracolo della vita a Kabul, grazie ai medici di Emergency nasce Giuseppe

L’organizzazione Emergency ci scrive per comunicarci una lieta notizia proveniente da uno scenario di guerra che dura da ben quattordici anni. Volentieri la pubblichiamo.


EMERGENCY-KABUL-GIUSEPPE

«…vi scrivo per comunicarvi che sabato sera è nato un bambino al nostro ospedale di Kabul.

La guerra è avere 20 anni, aspettare il tuo primo bambino e ritrovarti nel mezzo di un combattimento con un femore rotto per una scheggia. Renderti conto che per il sanguinamento il tuo corpo reagisce nel modo più naturale e inizia il travaglio.

Trovarti in un ospedale per vittime di guerra e dover subire un cesareo in emergenza. Far nascere Giuseppe, – sì, si chiama proprio così -, un bel bambino sano che arriva in questo mondo in “Afghan style”, come dice il nostro personale nazionale.

Bambino e mamma adesso stanno bene, ma dopo la gioia rimane la tristezza per un Paese che vive in guerra da 14 anni e non conosce pace».

Michela, coordinatrice medica dell’ospedale di Emergency a Kabul, Afghanistan

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: