“I nomi di Dio. Culture e religioni in dialogo”, seminario al Liceo Classico Statale “Socrate” di Bari

Il progetto “I nomi di Dio: culture e religioni in dialogo. Costruire competenze interculturali per vivere consapevolmente in un mondo globalizzato”, è un’iniziativa seminariale promossa dall’Università degli Studi di Bari, in collaborazione col Consiglio Regionale della Puglia e la Cooperativa Sociale “Sinergia” di Bitonto rivolto agli studenti della scuola secondaria di II grado del territorio pugliese.

Il progetto vuole sviluppare alcuni fondamenti tematici presenti nelle diverse tradizioni religiose progettando opportuni percorsi didattici a favore del dialogo interreligioso, avvalendosi anche del materiale documentario posseduto dalla Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia “Teca del Mediterraneo”.

L’attività didattica ha come intento la realizzazione negli studenti di competenze interculturali con un importante approfondimento degli aspetti relativi alla comunicazione sempre più indispensabile per essere cittadini attivi e consapevoli in contesti multietnici e globalizzati.

Gli incontri sono gestiti dal prof. Alberto Fornasari, Docente Universitario specializzato in processi multi e interculturali, Direttore del Laboratorio di Pedagogia Interculturale dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione.

Il prof. Fornasari esamina con gli studenti le tematiche del dialogo interreligioso e interculturale, attraverso la lettura e l’approfondimento di testi e/o articoli di riviste di settore e di quotidiani, proposti e selezionati, tra le proprie raccolte, dalla Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia.

A curare nella scuola l’iniziativa, sono stati la Dirigente scolastica, prof.ssa Santa Ciriello e i proff. Antonio Calisi e Giovanni Sasso, docenti di Religione cattolica da sempre impegnati nel dialogo ecumenico ed interreligioso. I seminari si terranno nei giorni 8 e 13 gennaio, dalle ore 9,00 alle ore 11,00, nell’auditorium della sede centrale del Liceo.

Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: