Guida Michelin 2017: il Bel Paese seconda selezione più ricca al mondo

guida-michelin-2Il Teatro Regio di Parma ha svelato quest’anno le stelle della Guida Michelin 2017, la tradizionale bibbia rossa del mangiar bene in Italia.

Novità assoluta per la Guida Michelin che ha scelto di staccarsi dalla Lombardia per diventare anch’essa itinerante, come spiega Marco Do, direttore comunicazione Guida Michelin: «La Guida Michelin in questi sessanta anni di vita ha fatto viaggiare gli italiani alla ricerca del mangiare bene e ora ha deciso lei di mettersi in viaggio partendo da Parma».
Con 33 novità tra i ristoranti di qualità, l’Italia si conferma la seconda selezione più ricca al mondo. Cinque sono i nuovi ristoranti a due stelle, 28 le new entry ad una stella, numerosissime le riconferme.

Le stelle in questione sono il principale giudizio di valutazione della Guida Michelin: una stella per premiare un ristorante tradizionale di buon livello, due per sottolineare una cucina eccellente e creativa e tre per una cucina e una location perfette. Al momento, sono otto i ristoranti in Italia che vantano le tanto ambite e rare tre stelle.

Come mostrato in tanti film, l’ispettore incaricato della valutazione sceglie à la carte un piatto che consenta di valutare la qualità della materia prima, le cotture, il giusto equilibrio tra gli ingredienti, la creatività dello chef, il giusto rapporto qualità/prezzo. Si continua in seguito con tre portate diverse che consentono di valutare tutte le competenze dello chef, prestando attenzione nell’attesa a servizio, atmosfera e arredi.

Giulia Cataneo

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: