Grande serata di cabaret alle cantine Apollonio

Pietro Sparacino
La “Iena” Pietro Sparacino

Un brindisi alle feste in arrivo con i pasticciotti Ascalone, un libro che racconta anche la storia della famiglia e dell’azienda Apollonio e, soprattutto, un momento per ridere un po’, che di questi tempi non guasta.

Serata frizzante ieri sera alle Cantine Apollonio di  Monteroni, dove si è tenuta la quarta tappa della manifestazione “Cabarnet – Cabaret in cantina”, giunta alla sua seconda edizione e prodotta dall’associazione culturale “Sirio” con il patrocinio della Regione Puglia (Area Politiche per lo sviluppo rurale) nell’ambito della promozione del marchio “Prodotti di qualità Puglia”.

Protagonista della serata  la “Iena” Pietro Sparacino, “stand up comedian” siciliano con un debole per la satira sociale, capace di far sorridere pur attraversando temi impegnativi e scottanti come razzismo, manifestazioni sindacali, crisi e politica, sesso e religione, e di coinvolgere il pubblico selezionato arrivato in cantina da tutta la Puglia per il tradizionale scambio di auguri natalizi con Marcello e Massimiliano Apollonio.

Prima dell’artista siciliano, fuori programma con la presentazione in anteprima del libro “Pionieri del Salento – storie di vite straordinarie oltre il loro tempo”, scritto dalla giornalista Silvia Famularo, edito dalle Edizioni Grifo e contenente, tra le altre, la storia della famiglia Apollonio, indissolubilmente intrecciata con quella della cantina. Un momento intenso introdotto da Francesco Acampora, giornalista La7, reso ancora più toccante dalla voce di Pino Ingrosso, che per l’occasione ha letto ai presenti proprio il primo capitolo del volume dedicato alla Famiglia Apollonio.

E poi spazio alle risate con le battute del comico siciliano, che dopo aver sorseggiato dell’ottimo rosato Elfo, firmato Massimiliano Apollonio, ha coinvolto i presenti in una serata esilarante e divertente conclusasi con la degustazione dei “mitici” pasticcotti di Ascalone abbinati al “Mater Terra”, il passito di Negroamaro prodotto dalla Cantina di Monteroni.

 

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: