Firenze, il 53° Congresso Mondiale dell’Associazione internazionale dei Tossicologi Forensi

l43-droga-130817150930_bigSi celebra dal 30 agosto al 4 settembre a Firenze, il 53° Congresso Mondiale dell’Associazione internazionale dei Tossicologi Forensi. Hanno preso parte studiosi provenienti da 63 Nazioni.

Focus sulle nuove sostanze psicoattive in vendita su internet che si divulgano tra i giovani che rischiano danni irrimediabili al cervello e alle funzioni cognitive.

Per Elisabetta Bertol, Ordinario di Tossicologia Forense presso l’Università di Firenze e Presidente dell’Associazione Scientifica dei Tossicologi Forensi, “fare il punto su tutte le nuove sostanze tossiche oggi in circolazione e sulle ricerche più avanzate per scoprirle più velocemente a partire da internet, ci permetterà di individuare soluzioni più efficaci per la tutela della salute delle persone e della comunità”. “Tuttavia, continua Bertol, la lotta alle nuove droghe non deve farci dimenticare quella alle vecchie droghe, come la cocaina e altre”, che qualcheduno vorrebbe, con semplicità, modificare in farmaci per la cura delle malattie.

La testimonianza di don Aldo Bonaiuto, prete della Comunità Papa Giovanni XXIII di don Benzi, impegnato con la comunità in percorsi di recupero di quanti sono cascati, giovani in specifico, nell’inganno della droga.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: