Fiom, Acg licenziamenti nelle sedi di Roma, Bari e Milano

SI-ACG-Vision41L’azienda Acg, società sorta il 1 Gennaio 2014 dal passaggio di proprietà di un settore di azienda di Ibm, ha aperto una procedura di licenziamento collettivo per 34 lavoratori su un personale di 116 persone nelle sedi, di Roma, Bari e Milano dichiarando che la motivazione degli esuberi sta nell’esigenza di mantenere alto il livello di competitività sul mercato.

“Dietro Acg c’è TeamSystem, società di software e servizi, principale competitor sul mercato del prodotto in questione, appena uscita da un altro licenziamento collettivo che ha coinvolto i lavoratori della sua controllata Tss, società ex Sole24Ore software, anch’essa recentemente acquisita da TeamSystem”, dichiara Eliana Como, coordinatrice Fiom-Cgil del gruppo TeamSystem.

“La motivazione della crisi – chiarisce la sindacalista Fiom – sarebbe che il prodotto di punta Acg, acquisito con il passaggio da Ibm non più di 12 mesi fa sarebbe in perdita continua addirittura dal 2002 e, come sostiene l’azienda, ‘inesorabilmente destinato a uscire dal mercato’. Acg, si sarebbe accorta troppo tardi di aver acquistato da Ibm prodotto, lavoratori e soprattutto rete commerciale di un software aziendale instabile e già da anni in calo”.

“Nei 12 mesi successivi all’acquisizione- continua Como – non c’è stato nessun piano industriale sul prodotto, se non la scelta di bloccarne già a marzo del 2014 le vendite e indirizzare la rete commerciale sul prodotto concorrente TeamSystem. Come Fiom valutiamo del tutto negativamente l’intera vicenda, frutto di una politica di acquisizioni del tutto discutibile di cui dovrebbero pagare il conto i lavoratori e le lavoratrici passate appena un anno fa ad Acg da Ibm, vero convitato di pietra di questa vertenza. Per questo abbiamo chiesto e continueremo a chiedere il ritiro della procedura di licenziamento collettivo e la discussione di un piano industriale vero e di lungo periodo”.

La prossima riunione è stabilita per il 16 febbraio. “Nei prossimi giorni – termina Como – convocheremo le assemblee con le lavoratrici e i lavoratori e valuteremo con loro le iniziative di lotta da intraprendere”.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: