“Farse baresi” di Vito Maurogiovanni

Farse barresiSabato 21 giugno alle ore 21.00 presso il Teatro Abeliano in Via Padre Massimiliano Kolbe 3, a Bari, in scena lo spettacolo “Farse baresi” di Vito Maurogiovanni.
Un fidanzato indeciso, una fortuna sfuggente e un matrimonio dal sapore amaro. Sono questi i protagonisti dei tre atti unici di Vito Maurogiovanni.Nel primo “La figghie de com’ Angelìne”, il ritmo di una serenata verace accompagnerà i mille intrighi tessuti da Chitano per convincere un fidanzato indeciso a fare il suo dovere di padre. Un prete sempliciotto, un chirichetto smemorato, una levatrice stralunata e una mamma esasperata saranno solo alcuni dei personaggi che popolano il primo atto. Questa la storia a lieto fine che racconta, con ironia benevola, la Bari degli anni ’60.

In “Meste Peppe, u varvìre” invece, sarà il salone di un barbiere lo sfondo su cui si incontreranno e scontreranno le speranze di personaggi diversi. C’è chi spera nella serie A, chi in una carriera da grande attrice, chi una semplice aggiustatina alla barba, chi addirittura in un terno all’lotto. In questo salone c’è sempre un nuovo arrivato che attende: il tempo sembra non passare mai, eppure il tempo passa e c’è qualcuno che se ne accorge troppo tardi. L’ingenuità e la beffa, eterne rivali, in questa commedia sembrano costituire il binomio perfetto per una risata autentica.

La trilogia si chiude con “La tembèste”. Questa volta il riso si fa amaro, si guarda alla sorte dei “povrid” , la cui onestà a volte costa troppo.

Con questo spettacolo la compagnia Archè vi invita a riflettere su storie di teatro che riecheggiano le storie della vita, degli anni ’60 come di oggi.

E ora non c’è che da augurarvi “ Uacezz”!

Parteciperanno: Gianluca Schettino, Adele Saracino, Simona Dinielli, Angelo Romita, Adriana Soranno, Daniele De Bartolo, Donatello Romanelli, Mariella Lorusso, Dina Lorusso, Alessandro Rotaia, Paola Ancona, Canio Vitrani, Giuseppe Tedeschi e Rosa Ungaro.

Regia di Gianluca Schettino
Tecnico luci-audio: Giacomo Burdi
Consulenza linguistica: Nicola Cutino
Coreografie: Simona Dinielli
Costumi e scene: Teatro Archè
Musicisti: Gianni Grazioso e Gaetano Romanelli

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: