Esiste una Waterloo in Sierra Leone in cui gli “angeli” di Emergency salvano vite umane


SIERRA-LEONE

Come giornale, da tempo, abbiamo deciso di dare quelle notizie che non fanno notizia. Per questo seguiamo con estremo interesse le molteplici attività di Emergency, l’associazione italiana indipendente e neutrale che offre cure medico-chirurgiche di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. Emergency salva letteralmente la vita agli ultimi.

La bella notizia si riferisce all’apertura di un posto di Primo Soccorso a Waterloo in Sierra Leone. La mancanza di un presidio sanitario in quella zona era talmente avvertito come gravissimo problema che la sola notizia della sua costruzione si è diffusa rapidamente in tutta la provincia attraverso un vero e proprio passaparola.

Lunedì scorso, a pochi minuti dall’apertura ufficiale del Pronto Soccorso, sono già arrivati quattro feriti coinvolti in un incidente stradale. La risposta dei medici di Emergency è stata tempestiva: dopo la loro stabilizzazione, tre di loro sono stati trasferiti e ricoverati al Centro chirurgico di Goderich.

Il nuovo Pronto Soccorso, che sorge nei pressi di un campo profughi, nella periferia della capitale, garantisce l’attività di assistenza medico-chirurgica 24 ore su 24 grazie ai Community Health Officer, agli infermieri, al personale ausiliario, agli autisti e a un medico e paramedico internazionali.

A Waterloo, Napoleone Bonaparte combatté la sua ultima battaglia nella quale fu definitivamente sconfitto. In Sierra Leone la speranza è che Waterloo diventi il simbolo della sconfitta del disimpegno della società civile internazionale nei confronti di donne e uomini che vivono la loro esistenza in situazioni di totale deprivazione e sotto il pericolo incombente della morte a causa delle guerre.

Waterloo in Sierra leone oggi è un luogo di cura e sostegno concreto agli ultimi del mondo che subiscono ogni giorno le conseguenze di un sistema sanitario fragile e poco sviluppato.

Un grazie di cuore a Emergency!

Antonio Curci

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: