“E’ Natale, e a Natale puoi donare di più”: le stelle di Natale AIL ci aspettano in piazza!

imageOgni malato di leucemia ha la sua buona stella, così recita lo slogan natalizio dell’AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie,il Linfoma e il Mieloma) che anche per quest’anno rinnova la sua presenza nelle piazze italiane, impegnata nella distribuzione delle stelle di Natale con un piccolo contributo di 12 euro. 5,6,7,8 dicembre a Bari è in programma la XXVII edizione dell’iniziativa Stelle di Natale AIL, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, ricordandoci, soprattutto a Natale,dell’importanza della ricerca e dell’attenzione rivolta verso adulti, ragazzi, lattanti con questa grave malattia e il loro bisogno di un nostro piccolo contributo per aver salva la vita.

Grazie ai fondi raccolti con le Stelle di Natale e il numero solidale (45507,a cui poter mandare un messaggio e donare 2 euro), l’AIL continuerà a svolgere le attività che da oltre 45 anni la contraddistinguono, e realizzate grazie all’opera delle 81 sezioni provinciali:

  • finanziare un servizio importantissimo per migliorare la qualità di vita dei pazienti:  le CASE ALLOGGIO AIL. Le strutture, situate nei pressi dei principali Centri Ematologici italiani, accolgono i malati e i loro familiari costretti a spostarsi dal luogo di residenza per le cure. Attualmente sono 35 le città italiane che ospitano questo servizio, con 546 posti letto e 3120 persone accolte ogni anno tra pazienti e familiari. L’obiettivo è aprire nuove case e rendere più accoglienti e funzionali quelle già esistenti.
  • sostenere la Ricerca Scientifica;
  • finanziare il GRUPPO GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto) cui fanno capo oltre 150 Centri di Ematologia. Il Gruppo di Ricerca Clinica lavora con lo scopo di identificare e diffondere i migliori standard diagnostici e terapeutici per le malattie ematologiche al fine di garantire lo stesso tipo di trattamento per i pazienti in tutta Italia;
  • collaborare al servizio di Assistenza Domiciliare che consente ad adulti e bambini di essere assistiti da personale specializzato nella propria abitazione, riducendo così i tempi di degenza ospedaliera. L’AIL finanzia oggi complessivamente 46 servizi di cure domiciliari;
  • supportare il funzionamento dei Centri di Ematologia e di Trapianto di Cellule staminali e sostenere i laboratori per la diagnosi e la ricerca.

Non riduciamo il Natale al puro consumismo, a cui ormai tanta gente si dedica in questi periodi, non recitiamo meccanicamente frasi stampate a messa senza ricordarci degli “ultimi”; non perdiamoci tra mercatini, luci, shopping senza ricordare davvero cos’è il Natale. Diamo una speranza in più a chi non ce l’ha, portiamo la magia del Natale anche nei reparti: DONIAMO PIU’ CHE POSSIAMO!

Francesca Morga

 

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: