È morto al Policlinico di Bari, Don Mimmo Amato

1509411_635720377539040894_getcontent_300x409L’amministratore diocesano della Diocesi di Molfetta, don Mimmo Amato, è morto questo pomeriggio alle 15,15 al Policlinico di Bari dove era stato ricoverato a motivo di un’ischemia cerebrale.
Don Mimmo aveva accusato un malessere lo scorso 26 settembre anche se il suo stato di salute di salute non è apparso subito grave.
Nato a Molfetta il 9 dicembre del 1960 e ordinato sacerdote il 18 maggio del 1985, don Mimmo è stato docente presso la Facoltà Teologica Pugliese. Per molti anni educatore dei giovani e assistente nell’Azione Cattolica, è stato Assistente nazionale del Movimento Studenti di Azione Cattolica, parroco presso la chiesa Madonna della Pace di Molfetta, direttore del Settimanale diocesano Luce e Vita, vice postulatore della causa di canonizzazione del Servo di Dio Antonio Bello e, dal 1 gennaio 2012, nominato da S.E. Mons. Luigi Martella vicario generale. Dopo la morte di Mons. Luigi Martella, accaduta il 6 luglio 2015, nella mattina di giovedì, 9 luglio 2015, il Collegio dei Consultori, raccoltosi presso la Cancelleria Vescovile, lo aveva nominato Amministratore diocesano con la mansione di condurre la diocesi fino alla designazione del nuovo Vescovo da parte della Santa Sede.
Un sacerdote conquistato da Cristo e dal cuore grande.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: