De Nittis, il falso de “La strada da Napoli a Brindisi”. Nuove osservazioni e foto

A sinistra La Strada esposta al Salon del 1872.  A destra la tela dell'Indianapolis Museum of Arts
A sinistra La Strada esposta al Salon del 1872. A destra la tela dell’Indianapolis Museum of Arts

Riportiamo le foto della Strada a corredo delle osservazioni di Lamacchia, tanto su quella autentica quanto sul falso dell’Indianapolis Museum of Art, insieme ad altre apparse sui catalogbi.
A chiarimento delle foto aggiunte, Lamacchia ha precisato:
Prima di tutto bisogna tener conto che proprio la Strada che appare più denittisiana è quella che conosciamo dalla foto del mercante Goupil, che corrisponde alle descrizioni lasciate dai critici che l’avevano osservata nelle esposizioni, e che conosciamo attraverso un catalogo curato dal Piceni dopo più di sessant’anni dalla sua esecuzione.
La Strada quindi che si conosceva fino agli anni ’30 era quella pubblicata dal Pica nel catalogo del 1914 e che pare compatibile con la Strada dell’Indianapolis Museum of Art.
Nel catalogo del 1990, Dini e Marini inserirono una Strada, propinandola come quella pubblicata dal Pica nel 1914. Ma osservandola bene si riscontrano una miriade di differenze (la più vistosa riguarda la cassa della carrozza, notevolmente più scura).
Lascio queste tavole al giudizio e all’osservazione dei nostri lettori. Per esperienza so che dopo qualche esitazione ed imbarazzo davanti ad un falso, molti si cimentano a cercare particolari che non vanno e devo dire che non pochi ci riescono assai bene.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: