Corruzione, Grasso: spero che norme dl non vengano annacquate

Il presidente del Senato a Bologna per l’iniziativa di Libera sulle vittime della mafia

grasso

C’è il rischio che le norme contenute nella proposta di legge sulla corruzione a breve in discussione al Senato “non vengano annacquate per renderle assolutamente non efficaci”.

Questo è l’allarme lanciato dal presidente del Senato, Pietro Grasso, durante la Giornata della memoria e l’impegno per le vittime di mafie organizzato a Bologna da Libera.

”Io come presidente del Senato – ha spiegato Grasso – ho fatto di tutto e penso di aver raggiunto un primo passo che è importante: avere portato in Aula un tema come quello della corruzione, ma non solo, anche il falso in bilancio, l’evasione fiscale che da due anni ancora non riusciva a trovare questo spazio”. Quindi, “io ho piantato una bandierina, cercheremo di andare avanti – ha aggiunto – e cercheremo anche che queste norme non vengano poi annacquate per renderle assolutamente non efficaci. Ma ci deve essere la volontà politica del parlamento”. Per il presidente del Senato “la valutazione complessiva si potrà fare alla fine dell’iter parlamentare, quando la legge sarà definitivamente approvata”.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: