Catalina, la cometa a due code, festeggerà il 2016

cometa-catalina-ha-due-code-3bmeteo-68946Accanto alla pioggia di asteroidi dei primi giorni del nuovo anno e alla luna piena e luminosa, arriverà Catalina (C/2013 US10), la cometa con due code, già visibile con i telescopi, che il 17 gennaio sarà nel punto di minima distanza dalla Terra, e dunque sarà visibile con un semplice binocolo.

Catalina, individuata il 31 ottobre 2013 dal Lunar and Planetary Laboratory dell’Università di Arizona, ha toccato il perielio (il punto dell’orbita di massimo avvicinamento al Sole) il 15 novembre 2015 e prima di allora era stata visibile per mesi soltanto nell’emisfero australe. Il fenomeno delle due code, in realtà, non è così insolito data la compresenza di gas e polveri nelle code, ma secondo gli astronomi, questa sarà probabilmente l’ultima occasione per vedere una cometa a due code come Catalina, dal piano orbitale inclinato di 149° rispetto a quello dell’eclittica, e quindi proveniente dalla lontanissima “nube di Oort”. Si ipotizza infatti che sia stata deviata dal suo percorso originale probabilmente a causa di una collisione. Ma certamente ritornerà nello Spazio profondo, ai confini del nostro Sistema Solare, e ci resterà forse per sempre, per cui non rimane ancora moltissimo per assistere al suo passaggio.

Secondo gli astronomi, per vedere Catalina in questi giorni bisogna guardare in direzione Est almeno un paio d’ore prima dell’alba. Il primo gennaio sarà vicina alla stella luminosa Arturo.                 Il 17 gennaio invece sarà a 108 milioni di chilometri dalla Terra: in quella data si consiglia di cercarla intorno alle ore 22:00, nei dintorni dell’Orsa Maggiore.

Giulia Cataneo

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: