Casamassima rende onore ai soldati polacchi che hanno versato il loro sangue per l’Italia

Sabato 2 Novembre alle ore 11.30 presso il Cimitero Polacco Korpusu di Casamassima ubicato sulla Strada Statale 100 Bari-Taranto si è svolta la Cerimonia commemorativa in suffragio dei militari polacchi caduti durante il secondo conflitto mondiale.

Presenti oltre al sindaco Giuseppe Nitti e rappresentanti della giunta e del consiglio comunale, l’ambasciatrice polacca in Italia Anna Maria Anders, figlia del generale Wladyslaw Anders che era a capo del Secondo corpo d’armata polacco, la formazione militare che con coraggio offrì un importantissimo contributo alla liberazione italiana dal nazifascismo, la massima autorità polacca in Italia, il colonnello Jacek Malinowski, 7 militari polacchi attualmente impiegati all’interno della base di Sigonella rappresentanti di marina, esercito ed aeronautica – una delegazione polacca della base Nato di Napoli, un cappellano, rappresentanti dell’ufficio territoriale di Bari del Governo italiano, autorità civili, militari e religiose.

Il cimitero militare polacco che ha sede a Casamassima è il sacrario più antico del Secondo corpo d’armata polacco e il primo dei quattro cimiteri di guerra polacchi realizzati nella nostra nazione. Al suo interno riposano 431 militari, feriti nella battaglia di Montecassino, nel 1944, e di qui trasportati all’ospedale di Casamassima senza essere purtroppo riusciti a guarire per tornare a casa. A identificare il luogo di sepoltura delle salme, oggi ci sono 431 croci bianche, in ricordo di giovanissimi eroi che hanno combattuto per la nostra libertà.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: