“Carnevale in piazza a Rutigliano”

In occasione del Carnevale 2017 si rinnova anche quest’anno l’iniziativa “Carnevale in piazza” a Rutigliano, giunta all’undicesima edizione. L’associazione di volontariato con disabili «Il Prato Fiorito», con il patrocinio del Comune di Rutigliano e in collaborazione con Protezione Civile Rutigliano promuoveranno, come gli scorsi anni, la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati a cui tutti possono partecipare liberamente.

Immancabili saranno ovviamente le storiche maschere del Carnevale di Rutigliano come «Jidd e Jedd», coppia simbolo della parodica inversione dei sessi per cui lei diviene lui e viceversa: questa maschera sarà celebrata dall’artista Vito Moccia con un fischietto di terracotta.

Nell’ambito di quest’edizione, al corteo parteciperanno anche Anspi «Mons. Didonna», Melarido servizi per l’infanzia, I Circolo Didattico «Giuseppe Settanni», Centro Sportivo «Play Seven», Masci Rutigliano 2, ASD Giovani Aquile, Fratres, Gruppo ARCA Parrocchia Cuore Immacolato di Maria.

Il momento di raduno dei carri e dei gruppi mascherati è previsto per il 19 febbraio alle ore 16.30 in Viale della Repubblica da cui partirà il corteo carnevalesco che percorrerà le maggiori strade delle città: Piazza XX Settembre, Corso Garibaldi, Corso Cairoli, Via San Francesco d’Assisi, Piazza Violante, Corso Mazzini, Via Mola, Via Pietro Di Donna.

Dopo questa sfilata si terrà una festa conclusiva nella piazza punto di partenza del corteo ove non mancheranno colori e musica per la celebrazione di una ricorrenza che da sempre è percepita dalla coscienza comune come occasione per la sovversione del classico ordine sociale impostato su ruoli individuali e gerarchie in cui normalmente ci si riconosce. “Semel in atto licet insanire” è infatti la locuzione latina che meglio esprime il motivo fondante del Carnevale, cioè la ricerca della liceità dell’uscire da se stessi, permettendosi di assumere fattezze e comportamenti non consoni né a ciò che ci si aspetterebbe dal proprio io né a quanto si aspetterebbero gli altri.

 

Silvia Di Conno

 

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: