Il Card. Maradiaga prega per una tregua permanente nella striscia di Gaza

gaza-2014Il Card. Andrés Rodriguez Maradiaga, presidente di Caritas Internationalis, è intervenuto sulla tregua che a partire dalle 7.00 di questa mattina e per 72 ore consentirà alle parti in conflitto nella striscia di Gaza di prestare soccorso alle vittime del conflitto e tentare di riprendere il dialogo per una pace più duratura. Il cardinale auspica “un cessate il fuoco permanente” affinché  sia “il primo passo sulla strada di una pace giusta”.

L’alto prelato che presiede la Caritas internazionale chiede che una guerra “devastante”, che riduce “in cenere” ogni ipotesi di futuro di pace, si trasformi in “una pace giusta, basata su negoziati inclusivi, in tutta la regione”. “La strada per la riconciliazione è lunga ma comincia da noi”, sostiene il card. Maradiaga che poi aggiunge: “Perché continuate a guardare la pagliuzza nell’occhio del vostro fratello e non a vedere la trave che è nel vostro?”. “Dovreste deporre le armi – continua – e prendere un binocolo”, per vedere “che la gran parte delle vittime sono innocenti”.

La Caritas è impegnata attivamente in tutta la striscia di Gaza affinché possano essere ripristinate condizioni di vita ottimali e i palestinesi  “vivere una vita degna”. La guerra “può reprimere i copri ma non le anime degli uomini”, diceva Benedetto XV durante la Prima Guerra Mondiale. Il Card. Andrés Rodriguez Maradiaga prega dunque affinché “le anime di palestinesi e israeliani restino libere di credere in un futuro di giustizia e pace”.

Antonio Curci

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: