«Bisognerebbe tentare di essere felici, non fosse altro che per dare l’esempio» (Jacques Prévert)

«Bisognerebbe tentare di essere felici, non fosse altro che per dare l’esempio» – Jacques Prévert.

jacques-prevertE’ proprio così. Siamo responsabili verso gli altri della nostra felicità. Nessun uomo viene al mondo per votarsi all’infelicità eterna. Qualsiasi attività si intraprenda, qualsiasi buon proposito ci si ponga, ha come unico e solo obiettivo la ricerca della felicità. Puntare all’uomo per riscoprire l’uomo. Qualsiasi altro fine da raggiungere o raggiunto è sempre strumentale a migliorare la vita di noi stessi, ma soprattutto degli altri. La ricerca della felicità dunque non è una dimensione privatistica dell’individuo, ma una vera e propria missione politica che mira a rendere più bello il luogo in cui viviamo e più piacevoli le persone che incontriamo. E’ questa la responsabilità di qualsiasi cittadino che punta a sublimare la propria esistenza: le nostre azioni hanno un peso sociale non indifferente e possono accarezzare i volti tristi e pensierosi di chi proprio in quel momento ha bisogno di noi. Rimettiamo in circolo le nostre belle idee e i nostri buoni propositi; il movimento della nostra felicità potrebbe incastrarsi in quello degli altri e, come in un ingranaggio perfetto, muovere le lancette del tempo segnando sempre l’ora della felicità.

Antonio Curci

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: