Arriva in Italia il musical “La famiglia Addams”

famiglia addamsCon grande successo arriva in Italia il musical “La famiglia Addams”, in scena dal 4 al 22 febbraio all’Auditorium della Conciliazione, a Roma.  La nuova commedia musicale basata sui personaggi creati da Charles Addams negli anni Trenta, decretato già come  l’evento teatrale dell’anno, soprattutto per il cast d’eccezione, vede protagonisti  il cantante Elio (dell’omonimo gruppo delle storie tese)  e l’attrice comica Geppi Cucciari, rispettivamente nei ruoli del dissacrante Gomez e della conturbante Morticia.

Approdato con successo a Broadway nel 2009, il musical dedicato all’eccentrica e gotica famiglia americana, protagonista di film, serie tv (che festeggia quest’anno i 50 anni), e fumetti (la locandina ufficiale del tour è tratta dal fumetto di Charles Addams), famosa in tutto il mondo per il brillante umorismo nero, i travolgenti paradossi e la pungente satira di costume, si avvale dei testi di Marshall Brickman & Rick Elice, tradotti e adattati in italiano dallo scrittore Stefano Benni e delle musiche di Andrew Lippa.

La storia ruota attorno alle vicende della figlia della coppia, Mercoledì, interpretata da una bravissima Giulia Odetto. La giovane innamoratasi di un “normale” ragazzo dell’Ohio, Lucas, decide che è giunto il momento di sposarsi e lo confessa al padre chiedendogli però di mantenere il segreto e di non rivelare niente alla madre Morticia. E’ la prima volta che Gomez tiene un segreto alla sua adorata consorte. Tutto cambierà completamente per entrambe le famiglie nella notte cruciale in cui la famiglia Addams invita a cena Lucas e i suoi genitori Mal e Alice. La tensione salirà alle stelle, tra sospetti, equivoci, incidenti, confessioni, stramberie, trovate divertenti, ma anche note malinconiche. E i membri della famiglia Addams non riusciranno, nonostante i tentativi, a comportarsi normalmente.

La regia è di Giorgio Gallione che si è ispirato ai telefilm degli anni ’60 rivisitandoli in una chiave gotica molto glamour, contemporanea, e irreale, che richiama fortemente le atmosfere di Tim Burton, in linea con gli abiti creati da Antonio Marras (utilizzati più di 150mila cristalli Swarovsky). Si è puntato fortemente sull’eccentricità degli Addams e sulle loro stramberie. Le scenografie, realizzate da Guido Fiorato, sono caratterizzate da grandi sculture, tra arte contemporanea e humor nero, e la casa degli Addams volutamente senza arredi, surreale, stilizzata, e fatta di macro oggetti stravaganti.

Tra malintesi, incomprensioni e segreti inconfessabili “La famiglia Addams” dà origine ad un’ondata di scene comiche dove diventa difficile persino per lo spettatore più scettico trattenere le risate.

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: