ARRIVA IL TESSUTO DELL’INVISIBILITA’ AI RADAR!

invisibilità-radarHarry Potter aveva trovato il suo “mantello dell’invisibilità” sotto l’albero di Natale, oggi invece arriva la “meta-pelle”: un nuovo tessuto elettronico in grado di nascondere oggetti all’occhio scrupoloso dei radar. A idearlo sono stati gli ingegneri della Iowa State University che hanno sviluppato un tessuto flessibile ed elastico che utilizza piccoli dispositivi di metallo liquido capaci di modificare le onde elettromagnetiche, rendendo l’oggetto invisibile ai radar.

Questa pelle elettronica è costituita da fogli di silicone tra i quali ci sono dei dispositivi in grado di neutralizzare i radar, cioè catturano segnali e non li riflettono. I radar,infatti, funzionano emettendo segnali e poi riascoltano l’eco che questi segnali creano quando vengono riflessi da una qualsiasi superficie. I dispositivi che catturano questi segnali sono i risonatori, composti da anelli aperti dello spessore di mezzo millimetro, incorporati all’interno di strati di fogli di silicone.

I test hanno messo in evidenza che il materiali è capace di catturare circa il 75% delle onde elettromagnetiche utilizzate dai radae, comprese tra 8 e 10 gigahertz. Di conseguenza questa meta pelle è diversa dalle tecnologie tradizionali che spesso riducono solo il “backscattering”,ovvero la riflessione dei segnali che tornano indietro nella stessa direzione da cui provengono, e forse un giorno questo materiale potrebbe rivestire gli aerei di nuove generazioni.

L’obbiettivo finale,però,è di ridurre ulteriormente le dimensioni di questi dispositivi, e farli funzionare anche alle frequenze della luce visibile e dell’infrarosso.

Francesca Morga

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: